Intervenuto ai microfoni del Chieti, il tecnico Alessandro Lucarelli (in foto) ha parlato dell’esordio in Coppa Italia contro il Villa 2015, in un match valevole per il primo turno della competizione.

Alessandro Lucarelli, prima gara ufficiale in Coppa Italia, come arriva il Chieti a questa sfida?

La squadra è molto motivata e, allo stesso tempo, incuriosita. Vuole capire qual è la sua condizione psicofisica e tecnico-tattica. Siamo al 40% del lavoro che vorrei fare durante tutto il campionato ma è una cosa normale. In questa prima fase ci sono sempre molte insidie perché è comunque sempre la prima, l’incertezza c’è sempre. Ma noi siamo il Chieti e dobbiamo cercare di vincere sempre.

È già una partita importante o la vedi più come un test per l’inizio del campionato?

In questo momento è più in vista del campionato. C’è il ritorno, quindi se le cose non dovessero andare bene possiamo aggiustarle e recuperare. Però in questa fase è più una partita di preparazione.

Che squadra troverete domani a Francavilla?

Il Villa 2015 è una squadra consolidata con dei ragazzi che si conoscono. Sono compatti, hanno un bel gruppo e hanno un allenatore bravo che è stato capace di raggiungere degli ottimi risultati, tant’è che hanno ottenuto un meritato ripescaggio. Sono una squadra, con una propria identità. Noi, invece, siamo tutti nuovi e siamo alla ricerca della nostra identità e spero che si possa cominciare proprio da domani.

Hai un’idea della squadra da mandare in campo?

Ho già le idee molto chiare.

Quali sono le tue sensazioni per questa prima ufficiale dopo il tuo ritorno?

Sono emozionato. Rientrare dopo un anno di inattività dove sono stato volutamente fermo è particolare ma voglio riprendere un percorso che fa sì parte del passato, ma che è stato comunque bello e pieno di bei ricordi. Quindi la motivazione è tanta, anche a perché a Chieti l’unico obiettivo è vincere e riportare la squadra in Serie D.