Dirigenza Vastese

Ieri, allo stadio Aragona, la Vastese ha dato ufficialmente il via alla sua nuova stagione che la vedrà impegnata, per il quinto anno consecutivo, nel campionato di Serie D. A tal proposito, la dirigenza ed il nuovo allenatore Massimo Agovino hanno presentato la nuova avventura biancorossa.

Massimo Agovino: «Mi sento a casa: l’accoglienza che mi ha riservato la società mi ha riempito di gioia. Inizio con grande entusiasmo in una realtà importante come Vasto. Il lavoro e l’entusiasmo non mancheranno e mi auguro che insieme a loro, arrivino anche i risultati. Insieme al direttore sportivo e alla società, dovremo agire per portare dei profili giusti in questa squadra con l’obiettivo di fare un campionato che ci consenta di dire la nostra. Il sostegno dei tifosi? Il pubblico è importante: una decina di anni fa ho giocato qui con l’Agnonese e so cosa possono dare i tifosi con una curva così importante. Obiettivi? Oltre a portare risultati e far giocare bene la squadra, vogliamo disputare un’annata non sofferente. Per farlo, è necessario attingere dal mercato».

Il presidente Franco Bolami: «Nonostante le difficoltà che tutti conosciamo, siamo ancora qui. Ripartiamo, per il sesto anno consecutivo, pronti ad impegnarci ed a fare il nostro meglio per il bene del calcio in città”. Al suo fianco, ancora una volta, ci saranno il co-presidente Pietro Scafetta, i dirigenti Carmine Sarni, Michele Mucci, Alessandro Mucci, Simone Caner, tutti riconfermati, ed i neo ingressi Luigi Salvatorelli – l’anno scorso impegnato con il settore giovanile, che sarà il vice presidente del club – e Maurizio Sabelli, ex Agnonese.

Luigi Salvatorelli: «In questi mesi siamo stati in silenzio, ma non abbiamo mai smesso di lavorare per il bene della Vastese ed eccoci qui, per creare qualcosa di importante grazie a quanti ribadiscono il loro impegno ed entusiasmo e a nuovi compagni di viaggio come Maurizio Sabelli che ci renderanno ancora più competitivi».

Maurizio Sabelli: «Prima di tutto, un sentito ringraziamento a questo gruppo che mi ha accolto in maniera splendida. Oggi fare calcio non è affatto semplice. Ci vogliono concretezza e credibilità, soprattutto. Tutti insieme vogliamo impegnarci per costruire qualcosa di importante. Il calcio, nella mia vita, è una componente importante e questa di Vasto è un’opportunità che mi rende felice».

Il riconfermato direttore sportivo Nicola D’Ottavio è all’opera per l’allestimento della nuova squadra. Gradito ritorno nel ruolo di direttore generale per Andrea Masciangelo, già presente nei quadri della società nella stagione 2018/2019 e reduce dall’esperienza, poco fortunata, con il Chieti. Queste le sue prime parole dopo il ritorno in terra vastese: «Felice di tornare qui, c’è voglia di fare bene e di costruire una squadra ambiziosa». 

Dopo l ringraziamenti per i tanti anni di preziosa collaborazione e passione allo storico segretario Franco Nardecchia, è stato infine presentato chi lo sostituirà nell’incarico, Nicola Buracchio, l’anno scorso a Campobasso.

Svelato anche il nuovo organigramma societario che riportiamo di seguito.

Franco Bolami (presidente)

Pietro Scafetta (co-presidente)

Luigi Salvatorelli (vice presidente)

Carmine Sarni, Michele Mucci, Alessandro Mucci, Simone Caner, Maurizio Sabelli (componenti direttivo)

Andrea Masciangelo (direttore generale)

Nicola Buracchio (segretario generale)

Francesca Vitelli (segretaria amministrativa)

Nicola D’Ottavio (direttore sportivo)

Massimo Agovino (allenatore)

Elenio Di Filippo (team manager)

Massimiliano Cagnazzo (responsabile struttura Stadio Aragona)

Nicola Iarocci (responsabile abbigliamento e magazziniere)

Giovanni Del Borrello (responsabile sicurezza Stadio Aragona)

 

Fonte: Vastese