LOGO CAMPIONATO TERZA CATEGORIA TERAMONiente da fare, la coppia non scoppia… Passano le giornate ma in vetta al campionato resistono le solite note: Atletico Giulianova e Sporting Martinsicuro, reduci dall’ennesimo e proficuo week-end. Entrambe in campo sabato scorso, le due battistrada si sono infatti aggiudicate i rispettivi impegni, mantenendo dunque invariata la distanza (di tre punti) dal terzo incomodo Controguerra, a sua volta vittorioso e tutt’altro che arrendevole.

Di misura il successo centrato a Teramo dai giuliesi, impostisi in una riedizione minore del (comunque) sentitissimo derby tra biancorossi e giallorossi. Deciso dalla rete messa a segno, in favore della squadra ospite, dal 23enne attaccante Alessandro Tiburzi (nella foto).
Sicuramente meno complicato il compito dello Sporting, al quale il calendario opponeva (per giunta tra le mura amiche) il Real Pineto. 3-0 , infatti, il risultato finale in favore della seconda squadra di Martinsicuro, a segno con il 27enne  Yari Cusano, il 24enne Mattia Tucci ed il 23enne Oisef Sgahier.

Alessandro Tiburzi
Alessandro Tiburzi

Quanto al Controguerra, terzo, ai rossoverdi è bastata una doppietta del neo 24enne attaccante Simone Cicconi per piegare la resistenza dell’Atletico Cologna. Costretto a rinviare a giorni più propizi i suoi sogni di gloria e scavalcato in classifica, al quarto posto, dall’Atletico Tortoreto. Protagonista, invece, del successo più spettacolare: un 7-2 casalingo ai danni de I Moscianesi, messi sotto dalle reti (una a testa) dei centrocampisti Alberto Speca, Mario Xhari e Papa Daouda Sene, e dalle doppiette delle punte Paolo Roccetti e Jacopo Pelliccioni (quest’ultimo, classe 2000, vero e proprio mattatore del match, anche grazie ad un gol, quello dell’iniziale vantaggio, da antologia), mentre tra le file ospiti sono andati a referto solo il 28enne attaccante Massimo Rastelli ed il 25enne difensore Alessandro Cacciatore.

Per i padroni di casa, comunque, si tratta della prima vittoria del nuovo anno solare, dopo i due pareggi consecutivi centrati contro Rocca Santa Maria e Cermignano. Per il resto, solo affermazioni esterne, a cominciare da quella, particolarmente preziosa (per la rincorso alla zona play-off), ottenuta dal Cerchiara 1990 sul campo dell’AS Castelli. Un 1-3 centrato grazie ai gol (uno a testa) del quasi 32enne difensore Anthony D’Eusanio, del baby centrocampista  Andrea Tariscella (classe 2000) e del bomber 38enne Claudio Di Berardino (salito a quota sedici, nella classifica marcatori da lui stesso comandata), ai quali ha replicato solo il 39enne Simone Di Cristofaro (terza rete in stagione per lui).

Agevole anche il compito del Cermignano, alle prese col vice-fanalino di coda Poggese. Neutralizzato dall’uno-due della punta 33enne Saimon Rampa e del 27enne difensore Costantino Di Marco, mentre per il Frondarola, corsaro a Canzano (del quasi 36enne Franco D’Egidio l’inutile gol della bandiera) sono andati a segno il 28enne Alessio D’Ignazio ed il 22enne Matteo Pompilii.
L’ultimo colpaccio in esterna (complice l’inversione di campo concordata tra le due società) è infine quello della Nuova Toranese. Capace di violare l’impianto di gioco del Sant’Egidio 89, sfruttando al meglio le realizzazioni personali dell’attaccante 37enne Francesco De Berardinis e del 34enne centrocampista Domenico Tripodi. L’unica rete vibratiana portava invece la firma del 26enne trequartista Pierpaolo Medori, alla sua quinta prodezza stagionale.