LOGO CAMPIONATO TERZA CATEGORIA PESCARAUn 2020 che promette bene, quello del Castilenti. Il nuovo anno, infatti, ha permesso alla formazione giallonera di coronare il suo lungo e caparbio inseguimento alla Cantera Adriatica. Spodestata del primato in classifica proprio in occasione della prima giornata successiva alla tradizionale sosta natalizia. Risultata, a quanto pare, indigesta ai pescaresi. Usciti sconfitti dalla stracittadina con la Curi, impostasi di misura, domenica sera, e grazie ad una conclusione della 27enne punta Emanuele D’Alberto, leggermente sporcata da una deviazione avversaria.

Matteo Feliciani
Matteo Feliciani

Ne approfitta subito, come detto, il club del presidente Giuseppe Mazzocca, che il suo dovere, invece, lo fa appieno, aggiudicandosi con un rotondo 3-0 l’impegno casalingo il Bussi Ofena. Superato dalle reti del difensore Lorenzo Ridolfi e del 34enne (compiuti proprio oggi: auguri!) Matteo Feliciani (nella foto), autore di una pregevole doppietta. Ora tra l’unica compagine teramana del girone e la ex capolista sono due i punti di distacco, in favore dei gialloneri, al cui inseguimento si è posto anche il Picciano, anch’esso reduce da un’ampia vittoria interna.
Addirittura sei le reti rifilate per l’occasione dai biancazzurri, a segno con i vari Manuel Di Matteo, Luca Di Muzio (doppietta per lui), Eltjon Balia, Stefano Di Federico e Dino Mergiotti, al Real Alanno, il cui gol della bandiera porta la firma del 34enne difensore Pierpaolo Celeste.

Quella del Picciano, comunque, non è stata l’unica goleada, di un turno contrassegnato infatti da tantissime segnature: ben trentotto in nove gare, per una media di 4,22 gol ad incontro. Ed a recitare la parte del leone sono stati, tra gli altri, gli attaccanti del Collecorvino, impostosi con un eloquente 7-1 finale sullo Zanni Calcio, a segno col solo Ferro. Uno, in particolare, ovvero il quasi 27enne Gianluca Di Fazio, autore di una quaterna, che porta a quota 19 il suo score personale. A dargli manforte, con una rete a testa, i difensori Alessandro Cilli e Federico Mazzatenta, ed il compagno di reparto Federico Mazzatenta.

Matteo Bucciarelli
Matteo Bucciarelli

Tornando alle prime posizioni di classifica, e per la precisione, alla cosiddetta zona play off, vi irrompe a suon di gol il Montebello di Bertona, che contro l’Elice centra la sua quarta vittoria consecutiva. Cinque le marcature messe a segno dai biancazzurri, che oltre a beneficiare di un autogol degli avversari (in gol col solo Francesco Italiani), sono andati a rete con Madou Kone, Simone Delli Castelli, Matteo Colangeli e Matteo Bucciarelli (nella foto).
Altra goleada, quella centrata dal Caramanico ai danni della Dinamo Pescara, il cui presidente però si lamenterà, a fine gare, per un arbitraggio, a suo dire, favorevole ai padroni di casa. A segno cinque volte, grazie all’acuto di Remo Palmerio ed alle doppiette di Simone Celso e Lorenzo Marinucci, parzialmente bilanciate dalla rete ospite del neo acquisto Stefano Puglielli. Vince di misura, invece, il Calcio Michetti, che battendo nel confronto diretto il Civitaquana (a segno col suo bomber Simone Petrocco), dimezza le distanze dal quinto posto, portandosi da -6 a -3. Determinanti, ai fini del successo centrato dalla formazione di Tocco da Casauria, le prodezze di Paolo Presutto e Simone Smarrelli.
Completano il quadro l’unico pareggio (peraltro ad occhiali) tra Real Pescara e Sporting Pianella (che occasione persa per gli ospiti…) ed il colpaccio del Real Montesilvano. Il solo a vincere in trasferta, sul campo del Piano d’Orta, a segno con Giovanni Di Federico. Di Serigne Modou Mbaye, Massimo Di Pardo e Leo Di Giampietro le reti che regalano ai biancoblù la quinta affermazione stagionale ed una posizione di centroclassifica.