Il Canosa Sannita conclude alla sua maniera un girone di andata quasi perfetto, cogliendo la vittoria numero quattordici, per un totale di 38 punti all’attivo sui 42 disponibili. Logico quindi che, davanti a ritmi così forsennati, le altre accusino fatalmente il colpo e cedano il passo. Consentendo, di conseguenza, alla capolista di rimpinguare ulteriormente il proprio vantaggio.
Proprio come è successo nell’ultimo turno, quando all’ennesima affermazione degli ortonesi ha fatto da contraltare il contemporaneo pareggio, per giunta casalingo, del Sant’Apollinare (secondo), bloccato sulll’1-1, nell’anticipo di sabato, da un coriaceo Ari 1972. A segno col 25enne Edoardo Ferrara, al quale replicava, sul fronte frentano, con la sua seconda rete stagionale, il 27enne Loris Mattucci (nella foto presa dal sito del Sant’Apollinare). Risultato, questo, che non può accontentare, per ovvie ragioni di classifica, i padroni di casa, ora in ritardo di ben otto lunghezze rispetto al Canosa Sannita.

Che, come detto in avvio, non ha avuto grosse difficoltà a centrare l’intera posta in palio, sul campo del Villa San Vincenzo, terz’ultimo. Gara subito in salita, per i padroni di casa, trafitti nel primo tempo da una bella doppietta del 26enne esterno Christian Leve. Nella ripresa si registra una reazione da parte dei guardiesi, concretizzatasi con la rete del momentaneo 1-2 firmata dalla giovane (classe 2001) punta Lorenzo Torrieri. A spegnere però, ed in maniera definitiva, ogni velleità locale, il gol, nel finale, di un altro 26enne: il centrocampista Luca Ottaviani, al suo ottavo centro in stagione.

Loris Mattucci
Loris Mattucci

Stesso risultato col quale un Sangro River in continua ascesa, ha espugnato, superando al terzo posto proprio i giallorossi, il San Martino. Che stecca di brutto l’appuntamento, permettendosi persino il lusso di sbagliare ben due rigori.. Inutile, quindi, il gol della bandiera, realizzato dal 18enne attaccante Alessandro Colagreco, alla luce del tris messo a segno dalla compagine sangrina, a rete con due punte 26enni: Alessio Odorisio (doppietta per lui) e Pierluigi Di Toro, in gol una sola volta.

Per il resto solo successi casalinghi, uno dei quali leggermente più equilibrato e combattuto. Si tratta di Altinese-Calcio Torrevecchia, vinto dai primi grazie alla decima rete personale del capocannoniere del girone Michele Scutti, cui dava manforte il difensore dal gol facile Leo Travaglini, che ne ha sin qui totalizzati già tre. Del neo 25enne attaccante Gianluca Prodigo l’unica realizzazione ospite.

Sicuramente più agevoli i compiti di Città di Chieti e Treglio, risoltisi infatti con altrettanti 3-0: frutto, nel primo caso, di una doppietta della 24enne punta Alessio Capone ed una singola prodezza del suo pari età Marco Di Giannatale. Opposti per l’occasione al Giuliano Teatino, mentre a capitolare sotto i colpi del 23enne bomber Donato D’Amario sono stati i biancazzurri della Civitellese, puniti anche da un’autorete.

Non è arrivata infine a conclusione la sfida di bassa classifica tra Montenerodomo e Guastameroli, sospesa a causa della fitta nebbia dopo appena 20’ di gioco e con le squadre ancora ferme sullo 0-0. Punteggio da cui si ripartirà nel giorno (ancora da stabilire) in cui la gara in questione verrà recuperata.