Buon inizio di stagione per il Tagliacozzo. La squadra aquilana, dopo il passaggio del turno in Coppa Italia e il pareggio con il Celano, si prepara a ricevere il Piano Della Lente nella terza giornata del campionato di Promozione. Progettualità, giovani e non solo al centro della realtà di ritorno, quest’anno, nella seconda Categoria regionale.

Ai microfoni di Abruzzo Calcio Dilettanti, il Presidente Giampiero Attili analizza: «La squadra è sicuramente stimolata a confermare il buon inizio di stagione dopo aver superato la prima fase in Coppa Italia e dopo esser stata a un passo dai 3 punti fuori casa contro un esperto Celano. La gara di domenica è anche la prima partita di campionato che verrà disputata nel nuovo impianto sportivo “L. Poggi”, quindi rappresenta il debutto ufficiale davanti al nostro pubblico che si è già dimostrato pronto a supportarci in questo storico ritorno in Promozione». 
Girone A già in difficoltà causa virus e il massimo dirigente commenta: «Senza dubbio le società di calcio dilettantistiche come la nostra sono state messe a dura prova da questa emergenza sanitaria. Molto spesso, l’adeguamento alle normative anti-Covid è a carico delle singole società ed è stato difficile adempiere a molti obblighi in tempo per l’inizio delle competizioni ufficiali. Era sicuramente una difficoltà attesa e davanti a noi c’è ancora molta strada da fare, ma la nostra piazza, il nostro pubblico, il nostro staff e i nostri calciatori hanno ribadito più volte, con l’impegno e l’entusiasmo che da sempre ci ha contraddistinti, di voler andare avanti». 
Campionato difficile e speciale per la società: «Il girone A del campionato di Promozione è senz’altro popolato da squadre più o meno blasonate che militano nella categoria o addirittura in categorie superiori da diversi anni. Per noi però il ritorno in questo campionato non avveniva da un decennio e quindi rappresenta un qualcosa di particolarmente speciale, in grado di dare lustro a tutta la Città e che spiega il grande entusiasmo avvertito finora».
Attili illustra, senza giri di parole, quello che caratterizza il Tagliacozzo: «Il principale punto di forza di questi ragazzi è senza ombra di dubbio il gruppo. Mai prima d’ora si era verificato che i dieci undicesimi della squadra titolare fossero ragazzi di Tagliacozzo. Questo ha fatto sì che una nuova aria positiva e un nuovo spirito di collaborazione e sacrificio iniziassero a pervadere i nostri campi da calcio. Da questo gruppo di ragazzi la società vuole, infatti, ripartire per ribadire l’importanza che le giovanili hanno nel calcio dilettantistico, e non solo, e sottolineare quanto il calcio possa rappresentare il mezzo di aggregazione sociale più vero e sincero dal punto di vista della comunità tutta». 
Se le cose vanno per il verso giusto è anche per l’organizzazione nelle attività giovanili del Tagliacozzo ed il Presidente chiude: «Il settore giovanile riveste un ruolo cardine all’interno di una società calcistica. L’ASD Tagliacozzo fin da subito si è mossa per mettere su un’offerta appetibile in grado di coinvolgere tutte le fasce d’età, dai più piccoli ai più grandi. Per via della situazione particolarmente instabile che viviamo quest’anno, le difficoltà che abbiamo incontrato non sono state poche: dalla messa in atto di protocolli anti-Covid che possano garantire la sicurezza dei ragazzi alla ricerca di strutture idonee in grado di ospitare i più piccoli. Anche grazie alla collaborazione della Talia Academy possiamo ritenerci soddisfatti di quanto raggiunto finora, con l’idea chiara che questo sia solo un primo passo per gettare le basi di un settore giovanile di alto livello dal quale possano prendere spunto anche le altre realtà calcistiche della Marsica».