Federico Di Fabio - Virtus PescaraLa Virtus Pescara mette la sesta e inizia a far paura alle altre squadre di Prima Categoria. Ufficiale il passaggio in biancazzurro di Luca Terzini (in foto), difensore mancino classe 1991 già ben noto in categorie superiori. Protagonista della scalata de Il Delfino Flacco Porto dalla Prima Categoria all’Eccellenza, lo scorso anno Terzini ha fatto parte della rosa della Fater Angelini. Si tratta del sesto grande colpo firmato dal DS Di Fabio (in foto), dopo Grassi, Vettese, Silvidii, Giampaolo e Ferrara. Ai nostri microfoni, il giovane dirigente di origine atriane racconta queste prime settimane di mercato.

«La Virtus ripartirà sicuramente da un assetto societario e di squadra importante», apre Di Fabio. «Abbiamo mantenuto l’ossatura della passata stagione, perdendo alcuni pezzi importanti  come Vianale, Marsili, Barbacane, Cammisa, Altobelli tra i tanti e rimpiazzandoli dai nomi importanti dati nelle ultime settimane».

Novità anche in dirigenza per la nuova annata: «Abbiamo ufficializzato da poco l’ingresso in società di Giovanni Rinaldi, che ha appeso le scarpe al chiodo dopo una stagione, la scorsa, travagliata. Ha grandissimi valori umani oltre che un’ottima conoscenza calcistica. Rispecchia pienamente i nostri valori. Il progetto è a lunghissimo termine, legato anche ad un centro sportivo ed altri che girano intorno a quest’ultimo che speriamo di presentare a breve. Puntiamo in pochi anni all’elite abruzzese sia per quanto riguarda la Prima Squadra sia per il Settore Giovanile. Da quest’anno, infatti, partirà la Juniores che verrà iscritta al campionato regionale, stiamo lavorando duramente io e mister Stella per ultimare la rosa. Ne approfitto per fare un plauso a mister Eze, vero uomo di sport e grande persona. Non necessita di presentazioni mister Dezio, che non ha fatto mancare impegno, passione e dedizione». Campagna acquisti da 10 e lode, non nascosto dal DS: «Abbiamo lavorato benissimo in sede di mercato e ringrazio la società che mi ha dato possibilità di portare a “casa” giocatori di grande calibro. Abbiamo deciso di fare acquisti mirati, ad oggi ci manca un difensore centrale e potremmo definire chiuso il mercato in entrata».

Su tutti, spiccano i tre attaccanti da sogno Giampaolo, Vettese e Grassi. Di Fabio racconta: «È un trio di tutto rispetto. Preferisco far parlare il campo e non riempirli di responsabilità, ma vorrei ricordare che da dicembre tornerà a disposizione anche Luca Lalli, che si è operato pochi giorni fa al crociato. Le trattative sono state lunghe, almeno con i primi due: Grassi lo corteggiavo da dicembre e finalmente sono riuscito a portarlo da noi. Stessa cosa per Diego Vettese, vicinissimo anche lui lo scorso inverno ma abbiamo concretizzato soltanto ad inizio luglio. Ha un forte rapporto con i mister Stella e Dezio e questo ha agevolato tutto così come Giampaolo. Danilo in realtà ha avuto pochi dubbi, la trattativa è partita due settimane fa e nel giro di pochi giorni abbiamo chiuso subito».

La vita di un giovane dirigente post Covid-19. Di Fabio analizza la situazione e svela: «Devo essere sincero, ho notato poche differenze considerando che sembra esser tornati alla normalità anche se non dobbiamo abbassare la guardia e rispettare le disposizioni. Il mercato è davvero cambiato poco, abbiamo incontrato i giocatori con le dovute distanze ma ad eccezione di questo non è cambiato granché. Speriamo si possa realmente tornare a fare calcio a fine settembre come previsto dalla federazione».

In conclusione, sguardo rivolto alla prossima Prima Categoria: «Aspettiamo i verdetti per i ripescaggi, tralasciandoli al momento credo ci siano diverse squadre attrezzate: Pianella, Loreto, Real Villa Carmine, Tollo 2008, Atletico Francavilla senza dimenticare Manoppello e Pennese. Sarà una bella lotta».