Sfondo foto creata da freepik – it.freepik.com

Nuovo comunicato stampa del Gruppo “Serie D, Salviamoci” dopo la decisone della FIGC di ratificare le proposte della Lega Nazionale Dilettanti (retrocessione delle ultime quattro in classifica di ogni girone). La “corrente”, composta dalle squadre scese in Eccellenza, non ci sta ed è pronta a scendere in campo su un altro “campo di gioco”: il tribunale.

Di seguito la nota ufficiale del Gruppo “Serie D, Salviamoci”

«Il merito sportivo e le retrocessioni a tavolino, per Covid, di 36 club, in serie D. Il capolavoro dell’Onorevole Sibilia, unicum in Europa». 

«A seguito dell’improvvida decisione della F.I.G.C. di ratificare le proposte di retrocessione ad opera della Lega Nazionale Dilettanti la quale, nell’ultimo Consiglio di Lega ha operato consequenziali determinazioni altrettanto sconcertanti, il Gruppo “Serie D, Salviamoci” annuncia azioni giudiziarie di tanti dei suoi esponenti pronti a ripristinare i valori di civiltà giuridica e sportiva. Non possiamo che dirci sconcertati dinnanzi ad un ostinato comportamento degli Organi Istituzionali quali, in particolare, la LND ed il suo Presidente Sibilia, che non hanno avuto la adeguatezza e la sensibilità di cogliere i veri principi e le effettive dinamiche dello sport, pur in fase di pandemia. A ciò si è accompagnato, durante tutto questo periodo, un disarmante atteggiamento di autoreferenzialità e rifiuto al dialogo, poco consoni per chi dovrebbe rivestire certi cariche. Dunque, arrivederci dove mai avremmo voluto interloquire con i nostri rappresentanti: nelle Aule di giustizia!».