In archivio la quattordicesima giornata di Serie D e per le abruzzesi è una domenica agrodolce. 4 pareggi ed una sconfitta, con un solo 0-0, quello del Notaresco in casa del Vastogirardi.

Highlander Castelnuovo

I neroverdi erano ad un passo dal ko a pochi minuti dal termine, ma rimontano due reti di svantaggio e bloccano il Tolentino. Dopo un primo tempo poco concreto in fase realizzativa anche grazie ad un super Natale, i marchigiani locali passano al 48′ con Severini, che insacca dal limite. Reazione teramana al 58′, ma Tortelli disinnesca la stoccata di D’Egidio. Minuto 63, il solito Severini sfugge alla difesa neroverde e raddoppia su assist di Padovani. Castelnuovo assente e al 75′ Rusci chiama alla parata un attento Natale sfiorando il tris. Nel finale tutto cambia. Angolo ospite all’89’, tocca Casimirri che accorcia le distanze. In pieno recupero, Bregasi ha la meglio sulla difesa e timbra il cartellino con il definitivo 2-2, ora il Castelnuovo sale a quota 26 punti pur lasciando il primo posto.

Notaresco, la nebbia non porta gol

In casa del Vastogirardi, in un match fortemente segnato dalla foschia che ha fatto da padrone per 90′, i rossoblù di Epifani trovano il secondo pareggio consecutivo raggiungendo quota 22 punti. Partenza promettente dei teramani, con un tocco morbido di Dos Santos appena alto. Al 4′, Bianciardi è impreciso da buona posizione, stessa sorte per Banegas al 15′. Il primo squillo gialloblù arriva al 20′, quando Merkaj chiama Shiba alla ribattuta. Nella ripresa, ci prova timidamente la squadra di casa, ma Shiba neutralizza senza problemi su Ruggeri, mentre Dos Santos sfiora il gol ma viene stoppato dall’intervento di Guerra. Nel finale, gol annullato a Palumbo e 0-0 che non accontenta nessuno.

Pineto, vittoria sconosciuta

Succede di tutto in Pineto – Aprilia, con gli adriatici che vanno sotto, pareggiano e poi tremano nel finale rischiando di incassare il gol del ko. Laziali velenosi subito, con Olivera che approfitta di un errore di Mercorelli per siglare l’1-0. Dall’altra parte Minnozzi pesca Verdesi che non conclude a rete da ottima posizione. Su corner, lo stesso Minnozzi tocca in anticipo su tutti, la sfera resta quasi sulla linea di porta ma la difesa ospite allontana. Nel finale, Paoli sfiora il pari mancando di un nulla il palo a portiere battuto. Alza il ritmo il Pineto nella ripresa, Esposito per Ciarcelluti ma Prudente salva. Portiere che si ripete anche sul destro successivo di Francesco Esposito, ma capitola al 68′. Da corner, palla a Ciarcelluti che non perdona e fa 1-1. Nei minuti finali, Laghigna si ritrova a concludere da posizione ravvicinata ma manda alto il gol vittoria. A 2′ dal triplice fischio, capitan Pepe, già ammonito, riceve il secondo giallo lasciando il Pineto in 10. Ora i ragazzi di Amaolo vedono sempre più da lontano la zona playoff.

Giulianova ancora ko in casa

Il “Fadini” resta un tabù per i giallorossi, ancora incapaci di vincere in casa. Stavolta passa il Castelfidardo, che la spunta 3-2. Il Real perde Amadio nel riscaldamento e il suo sostituto Calzetta deve subito salvare sulla linea al 1′. Al 12′ Paudice si ritrova a tu per tu con David che si salva. Non accade molto, così serve una stoccata da fuori di De Cerchio per scuotere il match, ma la palla è out. Nel vivo del recupero, al 46′, l’ex Giampaolo arpiona la sfera sul primo palo da corner e fa 1-0 gelando il “Fadini”. Ad inizio secondo tempo il bis, cross teso per il liberissimo Giampaolo che non ci pensa su e fa doppietta. Al 64′ torna in gara il Giulianova, con il penalty trasformato dall’attivissimo Paudice. Minuto 69′, il Castelfidardo fa tris con Puca che, servito in area, stoppa e calcia a rete senza grossi patemi.Nel finale, al 92′, D’Antonio rende meno amaro il weekend giuliese, ma sempre senza punti.

Vastese, la squadra c’è

Continua il buon momento di forma dei biancorossi dopo il pari di Notaresco. Altro 1-1, su un altro ostico terreno, quello di Genzano. In avvio il CynthiAlbalonga lascia molti spazi agli aragonesi e Martinez prova ad approfittarne all’11’ senza dar forza al tiro una volta arrivato davanti al portiere. Ribaltone laziale e gol del vantaggio: Oggiano prende la mira e scarica da fuori, Di Rienzo non ci arriva ed è 1-0. Altro lampo di Martinez a tenere sull’attenti i locali, stavolta deciso e incisivo: assist di Diarra al 27′, palla sul secondo palo per lui che non sbaglia. Nel finale, Oboso sfiora il sorpasso da fuori ma centra la traversa. Nella ripresa, l’Albalonga resta in 10 per il rosso a Gagliardini per gioco scorretto, la Vastese prova ad approfittarne. Altobelli chiama alla parata Santilli da palla inattiva. Termina in parità, altro punto pesante per la squadra di D’Adderio.

Nicolas Maranca

Rubriche