Nell’anticipo della 18^ giornata del girone F di Serie D, Vastese e Rieti non si fanno male. All'”Aragona”, l’equilibrio non si rompe e le due squadre chiudono il match in parità (0-0). Il girone di ritorno della Vastese, quindi, inizia con lo stesso risultato con cui era iniziato quello d’andata: pareggio ad occhiali con il Rieti. Uno 0-0 che allunga ulteriormente la striscia positiva dei biancorossi, che centrano l’ottavo risultato utile di fila, salendo a quota 25 punti.

La traversa nega i tre punti alla Vastese

Il match regala poche emozioni sia nella prima che nella seconda frazione di gioco. A farla da padrone è l’equilibrio e l’ottima prova difensiva delle due compagini. Nel primo tempo, la Vastese si fa vedere dalle parti di Saglietti con il tentativo di Mamona che, però, non impensierisce la retroguardia amaranto-celeste. Nella ripresa si ripete lo stesso canovaccio andato in scena nei primi 45 minuti: squadre accorte e poche occasioni da goal. Una situazione che cambia con l’ingresso in campo di Martiniello al posto di Franzese. L’attaccante biancorosso, all’80′, sguscia alla retroguardia reatina e tenta di beffare l’estremo difensore ospite con un pallonetto, ma trova la traversa a negargli la rete del vantaggio. L’episodio rende più vivace l’incontro. All’85 è ancora il centravanti campano ad andare vicino all’1-0, ma il suo diagonale non trova lo specchio della porta. Un minuto più tardi è il Rieti a sfiorare il colpaccio con Marchi che, da buona posizione, calcia alto sopra la traversa.

Un pareggio tutto sommato giusto. Gli uomini di D’Adderio fanno un piccolo passo in avanti in classifica raggiungendo il quarto posto, in coabitazione con Cynthialbalonga e Castelfidardo, che però hanno, rispettivamente, una e due partite in meno. I reatini, invece, mantengono il terzo posto alle spalle di Castelnuovo, Campobasso e Notaresco.

Andrea Spaziani

Rubriche