Non mancano emozioni nella ventiseiesima giornata di Serie D. Vince e convince il Notaresco nel derby con il Castelnuovo (3-0), pareggia sull’ostico campo di Genzano il Pineto di Marco Pomante, che continua la striscia positiva (1-1). Si ferma, invece, quella della Vastese, sconfitta dal treno in corsa Matese 1-2 in casa.

Notaresco forza 3 nel derby

-2 dal Campobasso e gran ritmo per il Notaresco di Epifani, che trova il secondo successo in 3 giorni rifilando un sonoro 3-0 al Castelnuovo nel derby. Partenza a razzo dei rossoblù, che controllano il gioco fino a concretizzare il tutto al minuto 35, quando Olcese trasforma il penalty dell’1-0. Castelnuovo che non sta a guardare e sfiora il pari, ma di fronte ad un agguerrito Sanseverino c’è la strepitosa risposta di Shiba in corner. Al 44′ il bis tareschino: da Marchionni, sulla sinistra, a Palumbo, che va sul fondo e mette sul secondo palo con violenza, zampata di Ivan Speranza che non perdona, 2-0. Nella ripresa, girandola di cambi di Epifani che porta al tris: minuto 80, Bana entra in area da destra, palla a Mancini che scarica rasoterra sul primo palo il 3-0 che chiude il match. Notaresco al secondo successo consecutivo, Castelnuovo che ora rischia di perdere anche il quarto posto, la lotta playoff si infiamma.

Pineto c’è, risalita senza sosta

Un risultato d’oro quello dei biancazzurri sul difficilissimo campo di Genzano. La squadra di Marco Pomante si porta a casa un prezioso 1-1 contro il CynthiAlbalonga. L’inizio è promettente per gli adriatici, con Romano che riceve da Cernaz e scalda i guantoni di Santilli. Lo stesso Cernaz, poco dopo, manda alto dopo una buona azione personale. Pineto che alla mezz’ora ci riprova con Mesisca sugli sviluppi di un corner, ma Santilli salva. Dall’altra parte, poco prima dello stop, gagliardini manca di poco il palo dopo un angolo. L’inizio di ripresa parla ancora biancazzurro, con Romano disinnescato in uscita da Santilli. Al 70′ Mbuba reclama un penalty dopo essere andato giù a contatto col portiere, ma senza convincere l’arbitro. Al 73′ il gol laziale, con Gagliardini che aggancia sugli sviluppi di punizione e infila alle spalle di Mercorelli l’1-0. La risposta ospite arriva con Mastrippolito che chiama alla parata il solito Santilli, ma all’85’ arriva l’1-1: Minincleri ha il compito di spingere dentro un assist al bacio della freccia Della Quercia, parità e fine della gara. Pineto ora a 26 punti, a -1 dalla Vastese e con la scalata della classifica che può proseguire.

Vastese giù con onore

Passo falso dei biancorossi dopo ben 10 risultati utili consecutivi. Il Matese passa 2-1 e si conferma la squadra più in forma del campionato. Subito avanti gli ospiti al minuto 6, quando Abreu riceve da un compagno e si incunea in area, piazzando di precisione alle spalle di Boccanera l’1-0. Aragonesi in risposta con Obodo, impreciso su punizione. Palombo disinnesca poi una stoccata di Mamona, poco più tardi Di Prisco centra la barriera con una insidiosa punizione dal limite. Allo scadere, proprio al 45′, rigore conquistato da Abreu per il Matese, dal dischetto va Galesio che non perdona, 0-2. Al 54′ la Vastese riapre i giochi e lo fa con l’ennesimo gioiello su punizione del solito Martinez, 1-2. Al 72′ è lo stesso Martinez a sfiorare il bis trovando la risposta di Palombo, poi null’altro. Una buona Vastese torna in campo e torna a perdere, nonostante le assenze rilevanti tante indicazioni positive per D’Adderio.

Nicolas Maranca

Rubriche