Si gioca la quattordicesima giornata del girone F in Serie D, senza anticipi e con due rinvii già ufficializzati. Si tratta di Recanatese – Matese e Rieti – Montegiorgio. Tutte in campo le abruzzesi, con due impegni casalinghi e tre insidiose trasferte, quelle di Vastese, Notaresco e Castelnuovo.

Vastese, altro osso duro

Dopo il pareggio nel derby col Notaresco, gli aragonesi vanno ancora in trasferta e si spostano nel Lazio. Vastese ospite del CynthiAlbalonga, altra mina vagante in zona playoff, reduce dal ko con il Campobasso nel recupero infrasettimanale. In casa, Cardella e compagni hanno il secondo miglior rendimento del girone con 13 punti raccolti in 6 partite e si presentano con il quarto miglior attacco (18 gol segnati). I biancorossi, dal canto loro, devono migliorare lo score esterno (4 pareggi e due sconfitte in 6 gare) e vogliono il quarto risultato utile consecutivo per staccarsi sempre più dalla zona plyout.

Pineto per vincere di nuovo

Era il 20 dicembre e il Pineto di Daniele Amaolo trovava la sua ultima vittoria in campionato. Dopo 40 giorni, la squadra biancazzurra non può più fallire il colpo e per farlo deve superare la resistenza dell’Aprilia. I laziali, che hanno infilato due risultati positivi di seguito, sono particolarmente insidiosi sui calci piazzati, come dimostrano le gare con Vastese e Giulianova. Olivera e compagni sono a quota 13 e cercano di staccare le rivali in zona playout. Gli adriatici, dopo l’arrivo di Mastrippolito, sono ancora a caccia di una punta, ma non devono perdere di vista l’obiettivo in campionato. Ancora due gare da recuperare, ma vincerle potrebbe non bastare per riagganciare la zona playoff, e allora adesso sbagliare sarebbe cosa grave.

Real per risalire ancora

Giulianova che ha un avversario più grande del Castelfidardo, rivale di giornata. Vale a dire il fattore campo. Al “Fadini”, fin qui, 6 partite, zero gol segnati e un punto raccolto, davvero troppo poco. Dopo lo 0-0 di Campobasso, i giallorossi di Bitetto prendono fiducia e cercano di aprire una striscia positiva per la prima volta in stagione. I marchigiani non vincono da venti giorni e nelle ultime settimane, recuperi inclusi, hanno trovato 4 pareggi ed un ko (4-1 con il Vastogirardi). Da tenere sotto osservazione la vena realizzativa di Daniel Giampaolo (5 marcature).

Castelnuovo per restare al comando

La squadra neroverde è chiamata alla trasferta con il Tolentino. I marchigiani, con 3 gare in meno, occupano il centro della zona playout a 11 punti e non giocano da 20 giorni visti i rinvii con Campobasso e Notaresco. Nelle ultime due uscite, due ko (3-4 con il Montegiorgio e 0-3 con il Matese) e la vittoria di Ruci e compagni non arriva dal 2-0 di Rieti dell’11 ottobre. Dall’altra parte, i ragazzi di Guido Di Fabio vogliono mantenersi momentaneamente in testa alla classifica e cercano la terza vittoria consecutiva. In trasferta, nelle ultime 3 occasioni, due vittorie ed un pareggio per Loviso e compagni. Un test importante soprattutto perché può lanciare i teramani in un vero e proprio filotto di risultati positivi visti i prossimi impegni non così ardui.

Notaresco per il riscatto

Il pari nel derby non è andato giù ai ragazzi di Epifani, soprattutto per l’arbitraggio sfavorevole. Vero e proprio scontro diretto in casa di un Vastogirardi sesto a quota 19 punti (-2 dai rossoblù) e reduce dal poker con il Castelfidardo. In casa, i gialloblù non hanno mai perso fino a questo punto e vogliono mantenere inalterata la statistica. Oltre 20 giorni senza vincere per Dos Santos e compagni, a secco dal 6 gennaio (3-1 sul Matese). Il rientro di Marchionni è un’arma in più per cercare di andare oltre le difficoltà della trasferta.

Nicolas Maranca

Rubriche