Pablo Carminelli (Arsita)

L’ultimo turno ha messo in vetrina una squadra su tutte: il fanalino di coda Warriors Soccer Pescara, capace domenica sera, di espugnare il campo del Teramo Stazione al termine di una gara rocambolesca conclusasi con un eloquente 3-4 finale.

Questo risultato, unito alla concomitante sconfitta patita dall’Atletico Passo Cordone per mano del Real Bellante, ha consentito ai pescaresi di lasciare l’ultimo posto solitario della classifica e di  agganciare, a quota 14, lo stesso Passo Cordone, portandosi a sei lunghezze di ritardo dalla salvezza diretta.

Quanto poi alla vetta, con un roboante 5-2, corredato anche dalla doppietta di Giuseppe Fanì, la capolista Angelese consolida il suo attuale primato. Buono anche il successo colto dall’Arsita, che batte la Real Anthos Pescara grazie ad un gol di un ispirato Pablo Carminelli (nella foto). Risultato, questo, che permette ai biancazzurri teramani, di restare nei piani alti della classifica.
Passo falso, invece, da parte del Roseto 1920, sconfitto di misura a Bisenti e superato, proprio da quest’ultima, in classifica. Punto importante, quello ottenuto dal Gagarin Teramo ai danni del Cellino, perché muove la classifica e consente ai rossoneri i continuare a sperare nella permanenza nella categoria.
Nulla di fatto, infine, tra Cologna Calcio e Real C. Guardia Vomano: il punto a testa, infatti, lascia le cose invariate, con i padroni sempre sesti, e staccati di altrettante lunghezze dai loro avversari di giornata.

I NUMERI. Tre vittorie interne, due esterne e due pareggi, per un totale di 23 gol: 13 in casa e 10 in trasferta.

LE CURIOSITA’. Poco da dire, se non che l’Angelese ha vinto col medesimo ed ampio punteggio di 5-2 le sue due ultime partite casalighe, contro l’Arsita (18a giornata) ed il Città di Penne, domenica scorsa.

Roberto Altorio

Rubriche