LOGO CAMPIONATO SECONDA CATEGORIA girone AProsegue la marcia trionfale del Deportivo Luco, dominatore incontrastato di questa prima metà della stagione. Impegnati sul campo, non facile, del Canistro, i marsicani hanno centrato la loro dodicesima vittoria (su quattordici incontri disputati) raggiungendo quota 38 in classifica. Decisivo, per l’occasione, il rigore trasformato, al 15’pt, dallo specialista Panfilo Luigi Marinova (nella foto), neo capocannoniere del girone, in coabitazione con Fabrizio Melone della Marsicana. Rimasto a secco visto che la sua squadra, di scena ad Aielli, non è andata al di là di uno striminzito 0-0. Sufficiente però ad agganciare il terzo posto, in precedenza occupato dallo Scoppito, uscito con le ossa rotta dall’impegno esterno con lo Sporting Liberati Guido. Trascinato da uno scatenato Alessandro Esposito, autore di tutte e tre le reti biancoverdi, alle quali replicava il solo Federico Del Pinto, anche se gli ospiti devono mordersi le mani per il rigore calciato alto del possibile 2-2…

Panfilo Luigi Marinova
Panfilo Luigi Marinova

Tornando all’impegno dei luchesi, da sottolineare la protesta, educata ma decisa, del sodalizio locale, che in una nota inviata agli organi di stampa ha contestato la decisione, adottata per l’occasione dalle autorità competenti, di chiudere al pubblico gli spalti dello stadio Corvi. “Se un simile provvedimento”, si legge nella nota, “dovesse ripetersi in futuro, potremmo anche decidere di ritirare la squadra dal campionato, per quella che riteniamo una vera ingiustizia. Non solo dal punto sportivo, ma anche sociale ed aggregativo”.
Invece la seconda piazza resta saldamente nelle mani del Canistro, impostosi di misura a Collarmele, grazie all’uno-due di Andrea Giamberardino e Daniele Casasanta, parzialmente bilanciato dalla prima rete stagionale del 27enne centrocampista locale Giovanni Ranalli.
Pari e patta tra Marruvium e San Giuseppe di Caruscino, al termine di una partita spigolosa, che vede entrambe le squadre chiudere in dieci, a seguito di un parapiglia tra giocatori avvenuto nella ripresa. In svantaggio dopo un’ora, per la rete messa a segno, nella fila ospiti, dal 33enne centrocampista Antonio Tangredi, i locali riescono a raddrizzare il punteggio in pieno recupero, trovando il gol del definitivo 1-1 col 39enne Mirko Boccacci.

Antonio Pandolfi
Antonio Pandolfi

Una vera beffa per la formazione ospite, che in caso di vittoria avrebbe scavalcato, in un colpo solo, sia lo stesso Marruvium, che il Barrea. Protagonista, quest’ultimo, del match in assoluto più ricco di marcature. Ben otto, infatti, cinque delle quali segnate proprio dai rossoblù padroni di casa, ed equamente distribuite tra l’attaccante Antonio Pandolfi (nella foto), autore di una tripletta, ed il centrocampista Tullio Di Padova (doppietta per lui), mentre sull’altro fronte, sono andati in gol, per la Polisportiva Morronese, il 30enne Maximiliano Palombizio (due volte) ed il 29enne centrocampista Flavio Antolini (una).

A completare poi il quadro di questa quattordicesima giornata, il 2-2 tra Forme Massa d’Albe e Cerchio. Altalenante l’andamento della sfida, con gli ospiti due volte in svantaggio: all’11’pt ed al 10’st col giovanissimo (classe 2002) Matteo Continenza, autore di una doppietta, ed i padroni di casa di casa bravi a recuperare in entrambe le circostanze, grazie agli acuti dei loro attaccanti: il 36enne Domenico Di Rocco (al 35’pt) ed il 24enne Mattia Neri, in gol al 42’ della ripresa.