In pausa, ma per premere il tasto “play” occorre attendere ancora. Il dilettantismo è fermo e non sa quando potrà tornare effettivamente a giocare, mentre qualcuno prova a fissare le tappe. Con il nuovo Dpcm governativo, entrato in vigore il 4 dicembre, i campionati dilettantistici regionali sono costretti a bloccarsi almeno fino al 15 gennaio 2021, come recita chiaramente il punto e: «sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) ‒ riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera e muniti di tessera agonistica, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva. Il Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e il Comitato italiano paralimpico (CIP) vigilano sul rispetto delle disposizioni di cui alla presente lettera».

Photo by Alex on Unsplash

Quindi cosa accadrà dal 15 gennaio 2021? Difficile dirlo. Ovviamente tutto dipende e dipenderà dall’emergenza sanitaria in corso e da un’eventuale drastica diminuzione del numero dei contagi.

Il modello proposto dalla Puglia

Nel frattempo, però, si muove la Puglia. Il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale pugliese, infatti, ha reso note le date di un’eventuale ripartenza delle attività sportive sul proprio territorio di riferimento.

Allenamenti e gare

Le squadre dilettantistiche e quelle giovanili torneranno ad allenarsi alla scadenza del Dpcm (ovvero dopo il 15 gennaio) per due settimane (fino al 30 gennaio 2021). I recuperi dei match rinviati, si disputeranno domenica 31 gennaio 2021 e giovedì 4 febbraio 2021, mentre sabato 6 e domenica 7 febbraio ripartiranno tutti i campionati dilettantistici pugliesi, Juniores compresa.

Non si esclude marzo

Dagli altri comitati, invece, circola la possibile ripresa dei campionati a marzo con un sistema di semplice intuizione. Un mese di preparazione dal 15 gennaio, recuperando la condizione. Da metà febbraio si procede ai recuperi delle gare non disputate e, il 17 marzo, riprende la stagione come da calendario. A quel punto, però, giocare sia andata che ritorno sarà davvero impossibile e si dovrebbe puntare su un format alternativo.
La cosa certa è che le prossime due o tre settimane saranno decisive anche in Abruzzo, con la LND che potrebbe dare il responso sulle ultime consultazioni per fissare con chiarezza le nuove date.

Nicolas Maranca

Rubriche