Stefano Di Berardino (a destra nella foto) è un nuovo giocatore del Pucetta. Dopo aver ottenuto la sua consulenza per quanto riguarda l’avvio della Scuola Calcio, il presidente Roberto Cotturone ha ottenuto il sì dell’ex giocatore bianconero a vestire la casacca gialloblù nella prossima stagione. Di Berardino, dal canto suo, ha deciso di sposare il progetto con entusiasmo. Il suo trascorso calcistico è di quelli importanti, avendo militato nella Juventus Primavera e avendo giocato con il Pescara di Sarri, con la Juve Stabia e la Pistoiese. Il difensore, classe ’87, va a rinforzare il reparto arretrato composto già da elementi validi come Biagio Castellani, Marco Idrofano, Nino Di Stefano e il giovane Antonio Di Marco.

Queste sono le sue prime parole da difensore gialloblù: «Dopo 6 anni torno ad indossare le scarpette per pura passione e voglia. In questo caso voglio dare una mano alla società, al mister e ai compagni. Spero di contribuire con la mia esperienza e con il mio supporto sul campo al raggiungimento degli obbiettivi prefissati».

È carico Di Berardino che poi spiega anche le ragioni della sua scelta: «L’aspetto logistico è stato determinante nella mia scelta di tornare in campo, per via degli allenamenti che si svolgeranno la sera, dunque in orario per me non lavorativo, e per via del fatto che probabilmente il girone sarà ridotto, e dunque ci saranno trasferte meno impegnative».

Di Berardino chiude parlando di cosa si aspetta dal punto di vista personale da questa stagione: «Un aspetto importante che vorrei coltivare è il poter essere un punto di riferimento per i giovani che durante l’anno calcistico verranno inseriti nella prima squadra visto l’impiego che già ricopro nella scuola calcio. Sono contento di poter far parte di un grande gruppo già consolidato e di essere a disposizione di un ottimo allenatore come Corrado Giannini. Ovviamente non posso non ringraziare il presidente Roberto Cotturone e il direttore generale Ugo Petitta per la stima ricevuta».

Fonte: Ufficio Stampa ASD Pucetta