Il meglio e il peggio dell’ultimo turno

CHI SALE…

MATTIA CANZANESE, calciatore Piano della Lente: in assenza dello squalificato Cirelli, tocca a lui risolvere le grane, con la doppietta decisiva doppietta realizzata contro il Real 3C Hatria. Niente male, se si considera che il 34enne attaccante biancazzurro è entrato in campo solo al 22’ della ripresa…

VINCENZINO ANGELONE, allenatore Montorio 88: per lui, aquilano doc, la soddisfazione di aver fatto una gran bella figura nella sua città, ed al cospetto della capolista, deve essere stata grande, anche se resta il rammarico per i punti, che con un pizzico di fortuna in più avrebbero potuto essere addirittura tre…

VALERIANO D’ORAZIO, allenatore Bucchianico: quello colto sul campo dello Scafapassocordone, è il secondo successo di fila per i suoi ragazzi, che ce la stanno mettendo davvero tutta per risalire la china dopo una metà di stagione assai tormentata

 

…E CHI SCENDE

ADMIN VASIU, calciatore San Salvo: aveva cominciato benissimo, siglando persino la rete dell’iniziale vantaggio biancazzurro sul campo della Casolana, ma il cartellino rosso rimediato a metà ripresa ha rovinato tutti, dando il via alla successiva rimonta dei locali

SAN GREGORIO: lo 0-3 patito sul campo del Pizzoli è un ko inaspettato, soprattutto per le dimensioni finali del punteggio, beffardamente sancito dalle reti di due ex nerazzurri, trasferitisi proprio a dicembre nelle file rossoblù…

MATTEO LAMEDICA, allenatore Rosetana: il suo approdo in panca, in sostituzione del dimissionario Barnabei, non ha sin qui portato alcun giovamento agli adriatici. Quanto meno sul profilo dei risultati: tre partite ed altrettante sconfitte