Fino a poche ore fa erano solo rumors, ora sono realtà. Ufficializzati, dal Pineto Calcio, gli addii di Simone Tomassini e Giuseppe Nicolao. Per entrambi, prosegue il percorso in Serie D. Il primo andrà al Follonica Gavorrano di mister Favarin, al momento al quinto posto nel girone E (16 punti in 1 incontri). Il secondo si accasa al Nardò,nel gruppo H, dove sarà compagno di squadra di Francesco “Ciccio” Potenza, ex L’Aquila e Pro Vasto.

Un altro addio per Tomassini

Simone Tomassini, classe 1992, nato e cresciuto a Foligno, si è particolarmente legato all’Abruzzo, dove arrivò nella stagione 2017/2018 dopo varie importanti esperienze come quella con il Casacastalda e quella con il Montevarchi. Al Pineto per una stagione e mezza, Il giocatore offensivo ha subito conquistato la simpatia della piazza, divenendo un abruzzese di adozione. Nel 2019 il passaggio al Matelica, sempre nel girone F, prima del ritorno in biancazzurro per un altro anno. Indimenticabile, su tutti, il gol segnato il 18 novembre 2018 al “Mariani Pavone” contro il Cesena (1-0). Queste le sue parole prima di lasciare la città adriatica: «Voglio salutare tutti con grande affetto, Pineto è casa mia. Spero di aver lasciato qualcosa a questa città, questa piazza, questa società e questi tifosi. Non è un addio ma un arrivederci. Purtroppo a volte capita di dover prendere altre strade. Grazie di tutto».

Nicolao torna al sud

Nato e cresciuto calcisticamente a Napoli, il terzino classe 1994 era arrivato in estate con molti fari puntati addosso, e non si è smentito. Giocatore deciso e incisivo, sia in fase offensiva che in copertura. Nicolao, venuto fuori dalla Primavera partenopea, aveva conosciuto l’Abruzzo già nel 2013, con l’esperienza in B nel Lanciano di Marco Baroni. Poi la Serie C con Viareggio, Alessandria, Melfi ed Ancona e la D con Rotonda, Agnonese e, infine, Pineto. Questo il suo saluto al club del Presidente Silvio Brocco: «Un dispiacere lasciare questa squadra, questi colori e questa maglia. Nonostante sia stato poco il tempo, mi sono sentito subito accolto e a casa. Spero non sia un addio ma un arrivederci. Ho conosciuto delle bellissime persone che porterò sempre nel mio cuore, vi auguro il meglio. Un abbraccio forte a tutti».

Nicolas Maranca

Rubriche