Dopo il pareggio contro il Fontanelle, il Mosciano si prepara a sfidare il Mutignano nella seconda giornata del girone B di Promozione. La compagine giallorossa è una delle consolidate certezze del panorama dilettantistico. Una società forte che ogni anno costruisce organici sempre più di livello.

Il DS dei teramani, Settimio Passamonti, ha analizzato ai microfoni di Abruzzo Calcio Dilettanti il momento dei suoi e l’annata sportiva da affrontare: «La rosa è composta da 23 giocatori di livello scelti per disputare un campionato equilibrato verso l’alto secondo me. Ma non mi piace fare valutazioni in casa mia, il risultato lo darà il campo domenica dopo domenica. Il sorteggio ci ha messo contro una delle squadre più attrezzate del girone, ed incontrarla alla prima giornata dopo sette mesi di inattività poteva riservarci delle insidie, ma tutto sommato abbiamo risposto alla grande. Peccato per il gol subito allo scadere, ma è stata comunque una partita avvincente con il Fontanelle».

E ora la trasferta sul campo del Mutignano, che il diesse sintetizza così: «Sarà una gara tosta, giocare lì non è mai facile ma noi dovremo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci verranno concesse».

Un passo importante, per la stagione del Mosciano, è rappresentato dal rinnovo dell’allenatore Bogliari e dall’acquisto di De Rosa: «Aver riconfermato il mister, il suo staff ed anche gran parte della squadra è stato importantissimo perché ci ha permesso di essere già rodati, specie dopo uno stop così lungo. De Rosa è stato il primo acquisto di mercato, un bomber che non ha bisogno di presentazioni, sono sicuro che ci e si toglierà tante soddisfazioni».

Chiosa finale sugli obiettivi della squadra: «Il Mosciano deve arrivare il più in alto possibile. La formula dei tre gironi a 14 squadre non permette passi falsi, quindi cercheremo di rimanere aggrappati al treno delle pretendenti fino all’ultima gara».