Abruzzo Calcio Dilettanti continua ad ascoltare le voci dei protagonisti del mondo dilettantistico abruzzese, alle prese con lo stop delle attività e dei campionati. Questa volta, ai nostri microfoni, è intervenuto l’allenatore del Montorio, Vincenzino Angelone.

La stagione del Montorio prima dello stop

I gialloneri, prima della “sosta forzata”, aveva superato agevolmente il turno in Coppa Italia, rifilando un 9-2 complessivo tra andata (4-0) e ritorno (5-2) al Piano della Lente. Nel girone A di Promozione, invece, il Montorio è sceso in campo solo in due occasioni, vincendo all’esordio, tra le mura amiche, con il Tornimparte (1-0) e pareggiando nel derby con l’Alba Montaurei (2-2). Mister Angelone si è espresso così sul campionato e sugli obiettivi della sua squadra alla ripresa: «Date le poche partite disputate, un’idea ben precisa della forza delle squadre che compongono il nostro girone non è ancora uscita fuori. Ovviamente sulla carta ci sono squadre molto forti che puntano al salto di categoria. Sono dell’avviso che quando di ripartirà, si ripartirà da zero. Il Montorio ha alle spalle una società importante e, in estate, ha allestito una rosa di primo livello. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere le posizioni di vertice della classifica. A livello numerico non siamo tantissimi, e forse avremmo bisogno di almeno un paio di elementi».

Nostalgia calcistica

Angelone non nasconde la nostalgia del calcio: «Il calcio manca molto soprattutto perché chi è abituato a questa routine, avverte la mancanza del campo, della partita domenicale e delle emozioni che riserva, dello spogliatoio e della programmazione di allenamenti e attività varie».

Ripresa

Il tecnico ha analizzato anche la questione relativa ad un’eventuale ripresa: «Al momento so poco della ripartenza. Circolano delle ipotesi, ma per ora non ci sono certezze. Attendiamo qualche notizia al riguardo. Credo che dopo le feste natalizie ci sarà, spero, qualche sviluppo almeno per programmare un’eventuale ripartenza delle attività sportive».

Allenamenti

I giocatori del Montorio continuano a tenersi in forma mediante dei programmi individuali che «il preparatore atletico manda loro tramite Whatsapp. I ragazzi si stanno allenando, concentrandosi su esercizi relativi a forza e corsa. È l’unico modo che hanno per non rimanere fermi. Ovviamente, allenarsi in gruppo è tutta un’altra cosa: lì ci sono dei dettagli, come intensità e attenzione, difficili da curare con il solo esercizio individuale».

Fare sport ai tempi del Coronavirus

«Oltre a tutte le accortezze seguite, come la sanificazione degli impianti e il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie, riuscivamo ad allenarci e a stare in campo. C’è da dire che comunque, a volte, subentrava anche la paura di entrare in contatto con il virus. Noi l’esperienza con il Coronavirus l’abbiamo subìta da vicino, poiché un nostro calciatore è risultato positivo. Per questo siamo stati costretti a fermarci con le nostre attività».

Andrea Spaziani

Rubriche