Inizia col botto il campionato del Loreto Aprutino, che doma 4-1 il Castellamare Pescara Nord. Debutto perfetto per la squadra del duo di allenatori Forlani – Casasante, con un organico ricco di giovani ed un progetto che si fa sempre più interessante. Nella prima giornata del girone C di Prima Categoria, decisivi Federico Leone, autore di una tripletta, e il solito Giuliano Casalena. In precedenza, i biancazzurri si erano presentati eliminando l’Atletico Passo Cordone in Coppa Abruzzo

Ad introdurre la stagione attuale, il Presidente vestino Antonello Delle Monache. Ai microfoni di Abruzzo Calcio Dilettanti, il massimo dirigente parte proprio dal primo match in campionato commentando: «Alla vigilia ero preoccupato per l’assenza di Rasetta, che ha un alto valore tecnico e morale per la squadra. Poi ci presentavamo senza Luca Pavone e Federico Ferri e Federico Leone aveva saltato gran parte della preparazione per una operazione, mentre Paolo Di Martile, che è un faro, era acciaccato. Non da meno il fatto che il Castellamare si è rinforzato in estate ed è una squadra che se ti porta a giocare ai suoi ritmi sa far male».

E poi il successo, con un poker da applausi: «I complimenti vanno fatti ai mister e a tutti i ragazzi. Il Loreto ha condotto una gara perfetta con maturità, siamo partiti con nove fuoriquota e ciò la dice lunga su quello che stiamo portando avanti. Il Castellamare ha condotto una partita maschia, ma siamo stati bravi nel soffrire quando c’era da soffrire, a segnare quando c’era da segnare e poi a vincere».

Un progetto, quello del Loreto, che fa scuola ed ora si pensa già oltre. Delle Monache lo presenta così: «Abbiamo fatto la scelta di puntare sui giovani per rilanciare ragazzi che hanno avuto chance nelle categorie superiori da fuoriquota per poi essere mandati via. Vogliamo crescere insieme, per arrivare lontano insieme. Li vedo come ragazzi che hanno fame e possono essere la base per strutturare il futuro roseo del calcio loretese. Poi i due mister sono dei fratelli maggiori per i giocatori. Quest’anno abbiamo fatto un mercato per allungare la rosa, abbiamo messo in rosa 9 ragazzi nuovi per 2 partenze che ci sono state e se ce ne sarà l’occasione prenderemo un’altra punta. Nelle ultime giornate, abbiamo inserito Matteo Masciovecchio, che lo scorso anno era a Pianella e prima ancora al San Giovanni Teatino. Poi dalla promozione marchigiana è tornato il terzino Matteo Pellegrini».

Il Loreto si muove anche con le sue giovanili e pensa al futuro. Delle Monache conclude: «Nel girone C di Prima Categoria ci sono ottime squadre, con rose che livellano il campionato verso l’alto. Noi non vogliamo snaturare la nostra politica.  Andiamo avanti puntando sui giovani, poi raccoglieremo tutto quello che saremo in grado di seminare. Quest’anno ci presentiamo con tutte le Categorie fino ai primi calci e la soddisfazione più grande è poter offrire qualche struttura dove poter lavorare. Abbiamo preso in gestione biennale lo stadio e non ci vogliamo fermare. La Juniores è pronta a ricominciare, c’è il rammarico per gli Allievi che meritavano il ripescaggio dopo la splendida annata scorsa ma ripartiremo anche lì da ottime basi».

Nicolas Maranca