Situazione complicata per il mondo sportivo e soprattutto per i dilettanti. In un susseguirsi di voci e notizie, prende parola anche l’assessore regionale Guido Quintino Liris, che torna a dire la sua attraverso l’ufficio stampa personale. Al centro del discorso non tanto la possibile ripresa delle attività, quanto il sostegno alle società ed associazioni.

Guido Quintino Liris (foto Regione Abruzzo)

Le parole di Liris

«Il mondo dello sport sta soffrendo in maniera incredibile questa crisi che non è soltanto economica, ma è soprattutto sociale. Noi non possiamo rimanere inermi, stiamo ascoltando le associazioni sportive, le federazioni, gli operatori del mondo dello sport per dare una risposta anche in tempi brevi. Una risposta che possa essere la più esaustiva e la più performante per lenire le difficoltà del momento. Certamente un bando con parecchi milioni di euro per ristorare ASD e SSD è una misura necessaria per dare una risposta a quel mondo che da sempre è stato il vero ammortizzatore sociale – soprattutto nei momenti di difficoltà – ovvero il mondo dei dilettanti. Un mondo che oggi sta soffrendo e sta rischiando di scomparire».

«Per questa ragione, andremo avanti con fondi e bandi per andare a ristorare coloro che dimostreranno di aver perso in termini di fatturato rispetto alle annualità precedenti (in particolar modo per chi deve pagare affitti, utenze). E questo diventa sempre più difficile per loro data la mancata fruizione degli impianti. Abbiamo ascoltato tutti e ci muoveremo a stretto giro. Lo faremo con la determinazione di chi vuole dare una risposta con la consapevolezza che tutto il mondo oggi è in difficoltà, ma noi dovremo dare alla nostra eccellenza sociale, cioè lo sport, una risposta in tempi rapidi».

Rubriche