Vigilia anche in casa L’Aquila. Domani, in occasione della quinta giornata del campionato di Eccellenza, i rossoblù saranno di scena al “Comunale” di Capistrello, dove affronteranno la squadra di mister Paolo Giordani. A poche ore dall’incontro consueta conferenza stampa di mister Roberto Cappellacci, che ha presentato il match che vedrà impegnata la sua squadra.

Le parole di Roberto Cappellacci

«Mi auguro di migliorare le nostre prestazioni e di vincere le partite. Il Capistrello è guidato da un allenatore molto bravo e, nelle due precedenti partite, ha perso contro Renato Curi Angolana e Il Delfino Flacco Porto ma senza demeritare. È una squadra che gioca bene, propositiva, giovane e con un certo agonismo nelle proprie corde. È una partita da andare a giocare per vincere, come tutte le partite che disputeremo. Veniamo da due scontri diretti tosti, anche dal punto di vista mentale, contro Chieti e Avezzano. Se pensiamo di aver disputato due gare dispendiose dal punto di vista psicologico e andremo lì per rilassarci, rischiamo di perdere come abbiamo già rischiato contro l’Avezzano. Temo questa sfida perché loro, tra le mura amiche, sono una squadra ancora più insidiosa rispetto a quanto già fatto in trasferta. Il Capistrello giocherà la sua prima partita in casa e credo che per loro affrontare L’Aquila sarà come un derby. Da parte nostra, invece, mi aspetto che ci sia una crescita dal punto di vista della cattiveria, dell’agonismo, della gestione della palla e del controllo mentale in alcune fasi delle gare. Per quanto riguarda la formazione, non abbiamo particolari defezioni. Potrei risparmiare Moscianese, che viene da un infortunio, e sostituirlo con un altro giocatore. C’è Altares che ha sempre qualche acciacco e lo sto utilizzando part-time e vediamo se domani potrà esserci».

Andrea Spaziani

Rubriche