Continua il viaggio di Abruzzo Calcio Dilettanti alla scoperta dei giovani talenti che si mettono sempre più in mostra nel panorama regionale. Tappa a Pratola Peligna, in casa Nerostellati. Tra i tanti under in evidenza, spicca Valrio Pelino, da qualche anno sulla bocca di tutti per le sue abilità.

Il profilo

Classe 2001 nativo di Sulmona, Pelino è cresciuto nel valido vivaio dell’Olympia Cedas mettendosi in mostra fin dalle più piccole età. Nel luglio 2017 l’arrivo ai Nerostellati, dove ha pian piano conquistato la fiducia della piazza fin dalla Categoria Allievi e attirando l’attenzione delle Rappresentative giovanili abruzzesi. Alla terza stagione in Eccellenza, Pelino ha siglato già 8 reti: 2 il primo anno, 5 lo scorso, nonostante un campionato giocato fino a marzo a causa della Pandemia e del successivo stop, e uno nell’annata 2020/2021.

Caratteristiche

Pelino è noto a tutti come centrocampista, avendo giocato sia mezz’ala che al centro. Il diciannovenne si è anche calato nella parte di terzino ed esterno d’attacco. Fa della aggressività la sua arma migliore, con corsa e forza fisica di fronte a tutti gli altri avversari. Apprezzabile la spinta offensiva, con una certa frequenza nelle incursioni e negli inserimenti, rivelandosi una mina vagante e un’arma in più per pungere.

Dicono di lui

Ne parla Alberto Bernardi, tecnico dei Nerostellati: «Abbiamo un reparto under di spessore, penso a Papis, a Palombizio e non solo. Valerio Pelino è un jolly, è un giocatore importante e su cui si può davvero puntare. Lui è tra quelli più pronti anche per un salto di categoria. Ha dinamismo, forza fisica, con anche un’interessante capacità di inserimento. Secondo me se continua a lavorare su questo aspetto può diventare davvero completo. L’ho visto in più ruoli, è duttile e sa adattarsi alle necessità».

Rubriche