Nuovo numero della rubrica L’Abruzzo dei giovani di Abruzzo Calcio Dilettanti, sempre attenta ai giovani talenti che si sono messi in luce sui campi del calcio dilettantistico. Anche questa volta andiamo sulla costa, ma stavolta a Roseto; la città, solitamente più alla ribalta per la palla a spicchi piuttosto che per il soccer, sta vedendo crescere un under davvero interessante: Nicolas Belfiore.

Il profilo

Nato a Roseto il 29 novembre del 2002, Nicolas si forma e cresce proprio nella Rosetana. Si aggrega infatti alla squadra della sua città fin da piccolo, militando nella scuola calcio prima e nella Universal Roseto – per due stagioni – poi. Non male il suo bottino nel campionato degli Allievi Provinciali under 17: ben 32 gol siglati. Reti che gli permettono di arrivare in prima squadra durante la stagione 2019/20. Quest’anno, nonostante la stagione al momento brevissima a causa dello stop del campionato per l’emergenza Coronavirus, Belfiore è riuscito a collezionare quattro presenze, con a referto una rete decisiva segnata contro la Fater Angelini nella vittoriosa trasferta della Rosetana per 1-2.

Caratteristiche

Belfiore è un attaccante esterno, un’ala destra brevilinea e molto veloce. Proprio la velocità è il suo punto forte, unita ad una tecnica davvero notevole considerando la sua giovane età. Sempre pericoloso sulla sua corsia, insidioso sia negli inserimenti che nell’accentrarsi in area per andare al tiro. Come testimoniano le reti con gli allievi, il feeling con il gol è assolutamente positivo. Da migliorare invece l’aspetto fisico, dove appare anche troppo gracile per fronteggiare i difensori avversari. Una leggerezza fisica che gli permette, però, di essere davvero agile e rapido negli spazi stretti.

Dicono di lui

Così il direttore sportivo della Rosetana, Matteo Lamedica: «Nicolas è un ragazzo davvero interessante, ha fatto bene in ambito giovanile ed ora è già pronto per la prima squadra. Si esibisce spesso in scatti improvvisi e brucianti, è estremamente veloce e tecnico; deve solo migliorare in forza fisica e cattiveria agonistica, ma sono aspetti che verranno con il tempo. Mi piace molto la sua dedizione e la sua serietà, è sempre molto educato e disponibile ad imparare. È davvero di grande prospettiva, speriamo possa fare passi da gigante nella sua carriera. Inoltre è rosetano: siamo molto fieri di questo e puntiamo molto su di lui».

Rubriche