Quarta tappa del viaggio di Abruzzo Calcio Dilettanti alla scoperta dei migliori talenti in evidenza nel calcio regionale. Bussola orientata, questa volta, nell’entroterra teramano, nella storica piazza di Morro D’Oro. I biancorossi, nel corso della propria avventura calcistica, hanno alzato la voce anche tra Serie D e C2 e vivono anni cruciali di ricostruzione soprattutto grazie ad un settore giovanile, l’ASD Valle Del Vomano, che continua a smistare talenti. Uno di questi, di cui si parla da anni, è Mario Ramku.

Il profilo

Classe 2000, Ramku nasce e cresce proprio a Morro D’Oro e fa parte di quella schiera di atleti pronti a dare tutto per la maglia del proprio paese. Un legame particolare quello con la squadra biancorossa, che ha inizio proprio nelle giovanili del club. Fin dai primi anni si notano doti tecniche non da tutti, ma le annate che lo lanciano definitivamente sono quelle che coincidono con la categoria Allievi.

Ramku fa la differenza a centrocampo e il 2016 lo vede debuttare in Eccellenza nella squadra di mister Ercole Quatraccioni. Alla prima del campionato 2016/2017, il giovane centrocampista va subito a segno nella gara persa 3-2 contro il San Salvo e lo fa davanti al suo pubblico, quello tra i più caldi ed appassionati del panorama regionale, quello del suo comune di origine. Da lì in poi, Mario Ramku diventa una certezza della squadra, iniziando a far riecheggiare il suo nome in sede di calciomercato. Fino alla annata 2019/2020, quando passa in Serie D, al Real Giulianova del Presidente Luciano Bartolini. Figura a ripetizione tra i titolari e trova anche la via del gol nell’1-1 in casa dell’Olympia Agnonese con un lesto tap in. In estate il ritorno a Morro D’Oro, dando già la sua spinta nell’avvio di stagione dei biancorossi prima dello stop.

Caratteristiche tecniche

Ramku domina nel reparto centrale del campo, con doti che ne fanno un punto fermo in fase di interdizione. Lotta, corre e non si ferma mai di fronte agli avversari, palla al piede sa come impostare. In fase difensiva si rivela una certezza, chiudendo gli spazi in con continuità. Abile nel gioco di prima, riesce a sfruttare il campo per proporsi negli ultimi 30 metri e sotto questo punto di vista è sempre più in crescita. Necessita, per i suoi ritmi, di un compagno di reparto che sappia sfondare in avanti, in attesa di prendere confidenza anche con la via del gol.

Dicono di lui

Così il DG morrese Fabiano Taddei parlando di Ramku e dei giovani dei biancorossi: «Il punto di forza di Mario è che non ha paura, non sente pressioni. Quando ha esordito, davanti a 400 persone, non era facile, eppure giocava con tranquillità nonostante la sua giovanissima età. Guarda solo davanti a sé, senza mai farsi influenzare da nulla. Nelle ultime due gare di questa stagione è stato pazzesco, si vede la differenza con gli altri, l’annata di Serie D gli ha dato molto. Nessuno ha affondato in maniera decisa il colpo in sede di calciomercato, ma secondo me merita ben altre categorie. Lui fa parte della nostra idea di valorizzare i giovani, un aspetto che si è rinforzato negli ultimi anni con l’ascesa del settore giovanile della Valle Del Vomano. Abbiamo anche altri elementi da tenere sott’occhio, due su tutti il portiere 2001 Simone Berardinelli ed il 2003 Gianluca Bosica, che mostra di avere già una marcia in più. Aggiungo i vari Francesco Seca (centrocampista 2001), il 2002 Basilico e non si tralasci anche la continuità dimostrata dal ’99 Fossemò».

Il video messaggio di Mario Ramku

Nicolas Maranca

Rubriche