Continua il viaggio di Abruzzo Calcio Dilettanti alla scoperta dei giovani talenti in mostra nel panorama regionale. Tappa a L’Aquila, dove la squadra rossoblù rappresenta sempre un punto di riferimento non solo nel calcio dei grandi, ma anche nelle under. Focus sul terzino Giuseppe Lenoci.

Il profilo

Classe 2001 e nato a Giulianova, Lenoci è cresciuto calcisticamente proprio in riva all’Adriatico e poi ad Ascoli, dove ha avuto la possibilità di arrivare fino in Primavera. A vederlo maturare, allenatori del calibro di Cetteo Di Mascio, Guillermo Abascal e Luciano Cerasi. Lo scorso anno, ritorno nella sua Giulianova, nella squadra allenata da Del Grosso in Serie D prima dello stop.

Caratteristiche tecniche

Nato centrocampista ma presto arretrato sulla fascia destra di difesa, Lenoci è un jolly di cui tutti vorrebbero disporre. Qualità tecniche e fisicità lo contraddistinguono e lo rendono duttile in più zone del campo.

Dicono di lui

Di Giuseppe Lenoci ha parlato il DS aquilano Luca Di Genova: «Non esagero se dico che è tra i 3/4 acquisti migliori della nostra stagione. Parliamo di un ragazzo che ha grosse potenzialità fisiche, che mi hanno davvero colpito, e indiscutibili doti tecniche. Ha degli aspetti ancora da migliorare, ma sarebbe strano il contrario. Si mette sempre a disposizione, dà il massimo di gara in gara e non perde mai la concentrazione. Secondo me può fare presto il salto di categoria, ma dipende tutto da lui. I ragazzi sono padroni del proprio destino, conterà la sostanza del lavoro settimanale, deve capirlo anche lui se vuole arrivare lontano. Per un ragazzo, passare dalle giovanili dell’Ascoli è una gran cosa, soprattutto se poi ti ritrovi a giocare in una piazza come L’Aquila. Aver avuto la vicinanza di professionisti quali Cerasi e Di Mascio ha influito sicuramente».

Rubriche