Nuovo numero della rubrica “L’Abruzzo dei giovani”, volta a scovare i giovani talenti in giro per i campionati dilettantistici abruzzesi. Oggi bussola orientata a Penne e nel Penne Calcio. Nella squadra biancorossa, uno dei club con più annate nel massimo campionato regionale, sta facendo parlare tanto di sé il centrocampista Francesco Grande.

Il profilo

Francesco Grande è un pennese doc, essendo nato nella città vestina (31 maggio 2003) ed essendo cresciuto nel settore giovanile locale. Dopo la trafila nel vivaio biancorosso, ha debuttato in prima squadra nella stagione 2018/19. In quell’annata ha assaporato il massimo campionato regionale con l’esordio alla 34^ giornata (Penne-Amiternina 3-0), ma la sua definitiva esplosione è avvenuta lo scorso anno, quando si è preso il posto da titolare e non l’ha più lasciato: 18 presenze all’attivo nonostante lo stop dei campionati causa emergenza sanitaria. Il 22 settembre 2019 è arrivato anche il suo primo gol in Eccellenza, nel match interno giocato e vinto contro la Torrese (2-1). Un gol decisivo ai fini del risultato. Grande si è confermato sui suoi livelli anche in questa stagione.

Caratteristiche

Il giovane biancorosso è un centrocampista centrale che può giocare sia come mezzala che nei due di centrocampo. Le caratteristiche principali di Grande sono la corsa, l’aggressività, la grinta e la voglia di lottare su ogni pallone. A queste componenti abbina anche una discreta qualità palla al piede. Deve sicuramente migliorare nella struttura fisica dato il ruolo che ricopre, ma ha tutti gli elementi per puntare, nelle prossime annate, al salto di categoria.

Dicono di lui

A descrivere più approfonditamente il giovane centrocampista ci ha pensato il direttore sportivo del Penne, Francesco D’Aniello: «Parliamo di un 2003 che già lo scorso anno ha collezionato 18 presenze in Eccellenza. È un prodotto del vivaio locale e ciò rappresenta un grande orgoglio per la società. Anche se è stato impiegato molto, Grande deve ancora prendere esperienza in un ruolo così delicato come quello in mezzo al campo. È una pedina importante della rosa ed è un ragazzo serio e dedito al lavoro: ascolta sempre i consigli del mister e dei suoi compagni più esperti. A livello caratteriale è impeccabile: mai una polemica e testa sempre al campo. Anche in questo periodo così complicato, riesce a stare sul pezzo senza tralasciare lo studio. Francesco ha un futuro luminoso davanti a sé. Credo che negli anni ne sentiremo sicuramente parlare. Può tranquillamente arrivare tra i professionisti data l’esperienza che ha accumulato e che accumulerà negli anni».

Andrea Spaziani

 

Il saluto di Francesco Grande

Rubriche