Una decisione era nell’aria ed ora è arrivata. La Lega Nazionale Dilettanti dà una scossa all’intero movimento e annuncia nuove eccezionali misure. Il tutto, argomenta il Comitato interregionale, per «privilegiare lo svolgimento e il completamento delle attività sul territorio».

Un taglio necessario

La LND opta per l’annullamento della Fase Nazionale della Coppa Italia Dilettanti, dei playoff interregionali e della Fase Nazionale del Campionato Juniores Regionale. Annullati, per la stagione 2020-2021, anche i Tornei delle Regioni, sia di calcio a 11 che di calcio a 5. Erano queste le misure che gran parte dei comitati regionali chiedeva per poter iniziare a meditare sull’adattamento dei vari format. Nel comunicato federale si legge: «La LND intravede nello svolgimento completo dei calendari, con gare di andata e ritorno e annullamento della disputa di play-off e play-out (ad eccezione dei Comitati Regionali che hanno modificato il format), la conclusione ottimale della stagione, anche prevedendone l’estensione oltre il 30 giugno, previa richiesta e approvazione da parte della FIGC».

Il commento di Sibilia

«Era importante dare un’indicazione chiara alle Società in ordine al futuro delle attività e l’annullamento delle manifestazioni nazionali ci permette di liberare spazi utili per agevolare la prosecuzione e il completamento delle diverse competizioni, con l’augurio che tutto possa riprendere al più presto. Ovviamente si tratta di uno scenario subordinato all’evoluzione della pandemia e alle conseguenti determinazioni del Governo».

Foto di copertina di Alex Lanting da Unsplash

Rubriche