Scossone arrivato. Era nell’aria l’addio di Daniele Amaolo al Pineto, che si è concretizzato nelle ultime ore. Tante le dure prese di posizione dei tifosi biancazzurri sui social dopo il pesante ko di Castelfidardo, con il tecnico che ha rassegnato le dimissioni nelle ultime ore. Scelto il successore, Marco Pomante, che allenerà la compagine adriatica da domani.

Nella serata di ieri, si è tenuto un confronto tra il Patron Silvio Brocco, il DS Giammarino e lo stesso Amaolo per capire il da farsi. 17 punti conquistati, passando dal sogno di un’altra annata in alta classifica all’incubo dei playout, distanti 3 punti ad oggi. Dal 23 dicembre, in 5 match disputati, il Pineto ha raccolto appena 3 punti, con tre pari e due ko. Le partenze di Nicolao e Tomassini hanno accresciuto il malumore della piazza, a nulla sono serviti gli arrivi di Mbuba e Mastrippolito.

La prima volta

Per Marco Pomante si tratterà di un esordio al timone di una prima squadra. Classe 1983 prodotto delle giovanili del Pescara Calcio, ha giocato da difensore centrale con Fano, Chieti, Giulianova, Andria, Nocerina, L’Aquila e Viterbese, prima di approdare a Pineto nel 2016/2017 e di diventarne un simbolo, con anche la fascia da capitano. Dopo la scorsa annata, vissuta al Notaresco, Pomante ha appeso gli scarpini al chiodo per diventare allenatore della Juniores Nazionale. Ora un nuovo capitolo, cercando di risalire la china al più presto.

Nicolas Maranca

Rubriche