Claudio Cicchi, attuale responsabile dell’area tecnica del Castelnuovo, analizza l’ultima gara dei neroverdi

Cade tra le mura amiche il Castelnuovo Vomano, inaspettatamente sconfitto col punteggio di 1-3 da un ottimo Penne. Protagonisti in assoluto della gara due Cristian: il portiere D’Amico, con almeno quattro-cinque interventi provvidenziali, e l’attaccante Cacciatore, autore di una splendida doppietta. Quest’ultimo, poi, ha anche fallito un calcio di rigore…
Ma è tutta la squadra di mister Fabio Iodice ad aver destato una favorevole impressione, essendo riuscita ad interpretare la gara nel migliore dei modi. Una sfida ricca di emozioni, dall’una e dall’altra parte, e capace di tenere in apprensione sino all’ultimo il folto pubblico presente.
E’ successo veramente di tutto, tra due contendenti, che non si sono di certo risparmiate, pur di riuscire a centrare il successo. Che è andato al Penne, il cui principale merito è stato quello di aver saputo sfruttare al meglio tutte le occasioni create. Al contrario della capolista, encomiabile sul piano dell’impegno, ma non in grado, almeno stavolta, di capitalizzare le palle-gol capitate sui piedi dei vari Emili, Di Ruocco, D’Egidio, Sanseverino e Fabrizi.
Una giornata sicuramente sfortunata, quella vissuta domenica dai neroverdi. Che soprattutto sul punteggio di 1-1, hanno cercato in ogni modo di capovolgere, a loro favore, il risultato. Trovando però, come detto, sulla propria strada, un estremo difensore in vena di prodezze, senza contare che gli ospiti si sono rivelati letteralmente micidiali sulle ripartenze.

Guido Di Fabio, che per motivi vari, aveva dovuto fare a meno di Calvarese, Di Remigio e Lepre, nel corso della gara si è visto costretto a sostituire, per infortunio, anche il portiere De Chirico ed il centrocampista Donatangelo, veri e propri pilastri della squadra, mentre nel corso del match sono stati poi espulsi due atleti. Uno per parte: l’esterno sinistro Reale, per il Penne, e l’esperto portiere Cattenari, nelle file del Castelnuovo Vomano.
Il pubblico, alla fine dell’incontro, pur deluso per la sconfitta ha comunque applaudito a lungo i propri beniamini, che avranno sicuramente l’occasione per rifarsi. E’ vero che il vantaggio (nove lunghezze) sul Lanciano si è accorciato, ma nessuno in casa neroverde ha mai pensato di tirare mai i remi in barca.

Mancano ancora sei partite alla fine della regular seaso, per cui la strada è ancora lunga, ma Guido Di Fabio saprà sicuramente risollevare il morale dei suoi ragazzi, in vista del prossimo confronto con i Nerostellati, compagine che sta attraversando uno splendido periodo di forma.
L’operato dell’arbitro? Non è serio cercare sempre degli alibi quando si perde! Occorre fare una giusta valutazione e riconoscere anche i meriti degli avversari.
L’unica vera preoccupazione attuale riguarda semmai lo stato di salute di De Chirico e, soprattutto, di Donatangelo. La speranza è che i loro non si rivelino infortuni seri, trattandosi, come detto, di due elementi fondamentali per la squadra. Ad ogni modo, ed in attesa del responso dei sanitari, il Castelnuovo Vomano volta pagina ed è già concentrato sulla prossima trasferta, che affronterà con l’umiltà che l’ha sempre contraddistinta, in questa stagione.