Come noto, l’emergenza Coronavirus ha piegato lo sport in generale, portando gli atleti a reinventare la propria quotidianità.

In queste settimane, dalle numerose testimonianze raccolte, emerge un nuovo modo di “tenersi in forma”: chi sceglie di correre nel giardino di casa, chi di allenarsi con “attrezzi di fortuna” e chi, magari, scegli di impiegare il proprio tempo in compagnia degli affetti più cari.

Oggi “scende in campo” con la sua testimonianza Giacomo Cellucci (nella foto), attaccante della Renato Curi Angolana, autore di 13 gol nel campionato di Eccellenza: anche lui, come del resto la maggior parte degli sportivi intervistati, trascorre le sue giornate in casa, rispettando rigorosamente le disposizioni governative.

Sto vivendo”, spiega, “una situazione drastica! Inizialmente non pensavo che questo virus si diffondesse così tanto fino a diventare una pandemia. Trascorro le mie giornate rimanendo in casa e, in mancanza del campo da gioco, seguo costantemente tutti gli aggiornamenti sportivi perché mi piace seguire lo sport in generale”.

Tuttavia, il bomber gialloblù, prova a mantenersi in forma. Come? “Seguendo il programma indicato dal preparatore atletico della società. Qusto a seguito della decisione, adottata dalla Renato Curi Angolana, la squadra in cui gioco, di sospeso, giustamente, tutte le attività di allenamento fino a data da destinarsi”.

Giacomo punta a mantenere le sue prestazioni elevate perché si augura che “la situazione si risolva al più presto, anche se realmente penso ci vorrà del tempo per tornare alla normalità”.

Quanto alle possibili soluzioni per un pronto ritorno in campo, ecco la sua ricetta, semplice ed efficace: “Rimanere tutti a casa, essendo davvero l’unico modo per combattere questo virus! Uniti ce la faremo”.