Marco Tirino

 

L’emergenza Coronavirus sta modificando le vite degli sportivi del calcio dilettantistico.

Tra le varie testimonianze, ecco quella di Marco Tirino (nella foto), centrocampista del Popoli Calcio (Prima Categoria – Girone A).

 

Marco è chiaro fin da subito riguardo la situazione che stiamo affrontando: “Viviamo un momento di grave pericolo per l’incolumità di tutti, uno dei più rari degli ultimi anni. È una guerra silenziosa che si combatte quotidianamente e ha già fatto parecchie vittime. Bisogna stringere i denti per tornare al più presto alla normalità.”

 

Le sue giornate si alternano tra “qualche ora di allenamento e svariati film e serie TV, oltre che il cimentarmi in cucina. Più passa il tempo e meno idee si hanno, ma bisogna stare a casa per evitare qualsiasi tipo di problema.”

 

Tuttavia, trova lo stesso il tempo di “mantenersi in forma” seguendo le indicazioni che gli vengono date dall’allenatore Tiziano D’Ortenzio: “Il mister ha preparato degli allenamenti specifici da fare, nell’eventualità che il campionato riparta. Non tutti hanno le attrezzature o gli spazi adatti quindi si fa quel che si può. È importante cercare di mantenere l’allenamento anche se dubito che i campionati dilettantistici ricominceranno.”

 

Sul dibattito se ripartirà o meno la stagione, Marco dice la sua: “Credo che non ne usciremo subito e che in questo caso il calcio venga in secondo piano. Bisogna che tutti abbiano delle garanzie sulla salute. Quando tutto sarà tornato alla normalità, allora ricominceremo anche noi a praticare lo sport più bello del mondo.”