Termina senza vincitori e senza vinti il derby infrasettimanale tra Notaresco e Vastese, con un 1-1 che complica i piani dei rossoblù, complice il concomitante successo del Campobasso a Genzano (1-2). Ora la compagine teramana è a quota 21 punti, a -3 dai molisani e momentaneamente a -4 dal Castelnuovo capolista. I biancorossi, dal canto loro, trovano un altro punto d’oro dopo quello di qualche settimana fa proprio con il Campobasso. Ora la Vastese è a quota 14, senza più partite da recuperare.

Titolari, nei tareschini, gli ex Palumbo e Dos Santos, ma la prima chance è firmata Banegas. Proprio lui, al 3′, viene chiuso dalla retroguardia a pochi metri dalla porta. Ancora l’argentino ci prova senza precisione all’8′. Poca Vastese in area locale, fermandosi sempre prima senza concretizzare, così il Notaresco sfiora il colpo del vantaggio quando Frulla si presenta davanti a Di Rienzo ma calcia male. Il Notaresco fa male al minuto 41, quando Mateus Dos Santos riceve in area e scarica sul primo palo per l’1-0 che, viste le occasioni prodotte, non è immeritato.

Secondo tempo che parte con le emozioni a mille. Il nuovo arrivato alla Vastese Mamona avvia l’azione che porta al pari: palla a Lenoci che viene toccato da Simoncini, per i rossoblù fuori area, ma per l’arbitro dentro, rigore e infinite proteste, ma alla fine ci pensa Martinez a mettere in chiaro le cose trasformando per l’1-1. Sfiora il gol del sorpasso uno scatenato Lenoci dal limite, mentre sul tentativo di Di Filippo è la traversa ad opporsi. Diallo manda a lato con un violento destro da fuori, mentre sul tocco morbido di Dos Santos è provvidenziale l’intervento di Di Rienzo dall’altra parte. Sembra tutto finito, ma al 93′ Cesario, entrato al posto di Palumbo, ha in canna il colpo del ko, ma calcia a lato in diagonale col destro da posizione più che invitante. Finisce in parità, tra polemiche, quelle del Notaresco, rimpianti, quelli vastesi per la traversa, e gol, quelli di Dos Santos e di un infallibile Matinez.

Nicolas Maranca

Rubriche