Grande partecipazione al sondaggio di Abruzzo Calcio Dilettanti sui suoi canali social per scegliere la rivelazione di inizio anno in Eccellenza. Nel confronto finale contro i Nerostellati, ad avere la meglio è stata la Virtus Cupello di mister Panfilo Carlucci, mina vagante nei piani alti della classifica.

Il sondaggio

In un primo momento, sulle Instagram stories di ACD, era stato chiesto di indicare ad ogni follower la squadra rivelazione di Eccellenza senza porre limiti di scelta. Netta l’affermazione della Virtus Cupello, mentre il testa a testa tra Nerostellati e Casalbordino è andato ai peligni con un margine del 5% di voti. Nella giornata di ieri, sulle storie di Facebook ed Instagram, è stata chiesta la preferenza tra le due squadre più votate. Su Facebook, i rossoblù hanno trovato il 71% di consensi, mentre su Instagram, dove si è arrivati oltre i 250 voti, i cupellesi hanno prevalso attirando il 63% di preferenze. Il dato complessivo recita: Cupello 63%, Nerostellati 37%.

I numeri dei rossoblù

La Virtus ha davvero mostrato un ritmo inatteso all’alba del campionato, non solo per i risultati ottenuti, ma anche per il gioco prodotto. Al momento, con una gara in meno rispetto a ciò che propone il calendario, sono arrivati 13 punti in 7 incontri, con 4 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte. Tris di successi in casa, con uno score didi 11 gol segnati ed appena 1 subito e con il netto 7-0 sul Penne a spiccare. In trasferta, invece, un solo successo ( il significativo 2-0 sulla Torrese), un pareggio e due ko. Domina la scena bomber Alessandro Pendenza, che ha messo a segno 6 reti fin qui mostrando la sua pericolosità nei 16 metri finali. Impressionano i giovani, su tutti il classe 2002 Alessandro Zinni che si sta ritagliando sempre più spazio nel massimo campionato regionale.

Ripresa tutta da vivere

Calendario ricco di match clou davanti al Cupello alla ripartenza delle competizioni. Ci saranno da affrontare, in poche settimane, L’Aquila 1927, Chieti, Lanciano, Il Delfino Flacco Porto e Sambuceto, con 3 gare su 5 in casa. La Virtus non vede l’ora di tornare in campo per continuare a sorprendere, nel segno di un progetto che non si fermerà di certo qui.

Nicolas Maranca

Rubriche