Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Perché tutti, in fondo, ne eravamo certi ed ora è realtà: Giuseppe Giglio torna al Foggia e lo fa, questa volta, in giacca e cravatta, da Responsabile del Settore Giovanile del club oggi iscritto in Serie C.

Il quarantaduenne ex bomber di Real Giulianova, Olbia, L’Aquila e Carpi, tra le altre, ha intrapreso la sua carriera dirigenziale prima nello staff di Federico Del Grosso a Giulianova, in D, e poi da DS del Chieti in Eccellenza in questa stagione. Qualche giorno fa il divorzio dai neroverdi ed oggi la novità inattesa. Giglio ha giocato a Foggia sotto la gestione Padalino, dal 2012 al 2014, collezionando 64 presenze e 31 reti e contribuendo in modo attivo alla promozione in C dei rossoneri. 

Le parole di Giglio

«Grazie alla proprietà e al direttore Polcino per la possibilità che mi hanno dato. Rappresentare questi colori è un onore per me che ho vestito questa maglia. Con il direttore ci siamo confrontati diverse volte sul settore giovanile. Per me è un onore e ho accettato subito. Sarà un percorso difficile perché dovremo ricostruire tutto. Il nostro obiettivo è riportare i ragazzi a vestire questa maglia facendoli vivere sensazioni fantastiche. Proviamo a iniziare questa nuova avventura. È un emozione rivedere lo Zaccheria e lo sarà ancora di più in questa veste. Cercherò di trasmettere quello che per me significa giocare a calcio e soprattutto i valori che spesso i ragazzi di oggi perdono. La cosa più difficile al giorno d’oggi è confrontarsi e imparare. Cercheremo di fare il meglio possibile e ci mettiamo subito a lavorare per intraprendere questo percorso. Siamo fiduciosi nel fatto che raggiungeremo l’obiettivo prefissato».

Nicolas Maranca

Rubriche