MassacciTorna in pista Aurelio Massacci (in foto). Dopo essersi preso un anno di riposo da esperienze dirigenziali, l’ex DS di Torrese, Virtus Teramo e Pontevomano scende in Promozione e arriva alla corte del Fontanelle. Con lui ci sarà anche Guerino Capitanio, tecnico dalle indiscutibili qualità ed apprezzato da molti. Già così, si percepisce l’ambizione di un Fontanelle che vuole arrivare in alto.

Intervenuto ai nostri microfoni, Massacci si presenta così: «Sono felice di essermi rimesso in gioco. A Fontanelle mi volevano già un anno fa, ma dopo questa stagione senza calcio era tempo di ripartire. Anche se, ammetto, sono stato bene a casa. Questa piazza mi piace. Fontanelle rappresenta una delle società più serie del territorio. C’è un programma importante, c’è voglia di fare e c’è la giusta competenza per far strada».

Sul prossimo campionato, Massacci non ha dubbi: «Sarà una Promozione molto difficile. Non sappiamo il format, ma sarà un mercato acceso a prescindere, seppur con le dovute limitazioni economiche per molte realtà visto il momento. Ai nastri di partenza ci saranno squadre molto difficili da affrontare, non parlo solo delle più blasonate. Con la presenza in Eccellenza di Lanciano, Avezzano, Chieti e L’Aquila, secondo me vedremo molti giocatori che dalla Categoria superiore approderanno in Promozione, inevitabile la competitività sarà alta».

Il DS ritrova Capitanio, con cui in passato ha raggiunto importanti risultati: «Guerino è un allenatore giovane, che ha sempre fatto bene sia con me che senza me. Molti ci considerano compagni di viaggio, ma non è proprio così. Lui ha saputo andare sempre per la sua strada, dando una impronta notevole alle sue squadre e sono felice di averlo di nuovo al mio fianco. Credo sia uno dei più preparati di queste categorie ed ha ampi margini di miglioramento, il Fontanelle ha fatto un’ottima scelta puntandoci».

Rubriche