Si è conclusa da poco la riunione tra la LND Abruzzo e le 20 società di Eccellenza circa la ripartenza del massimo torneo regionale. Un’occasione per capire effettivamente quali club sono disposti a tornare in campo e quali, invece, no. Un confronto da dentro o fuori nel quali sono emersi anche nuovi retroscena e dettagli.

Chi riparte e chi no

Sei squadre si sono dette favorevoli alla ripartenza: Avezzano, Capistrello, Chieti, Il Delfino Flacco Porto, L’Aquila e Lanciano. A queste si aggiunge l’Alba Adriatica che ha dato la sua disponibilità ma con riserva che verrà sciolta soltanto domani. Chi ha manifestato la volontà di non prendere parte alla nuova competizione sono Acqua&Sapone, Bacigalupo Vasto Marina, Casalbordino, Penne, Pontevomano, Renato Curi Angolana, Torrese e Virtus Cupello. Alle sette società fortemente contrarie, se ne aggiungono altre cinque (Nereto, Nerostellati, Sambuceto, Spoltore e Villa 2015) che propendono per il no con riserva da sciogliere entro domani. I sodalizi che non parteciperanno al torneo potrebbero ritrovarsi a pagare una quota di salvaguardia che consentirebbe di mantenere la categoria e regolarizzare la loro posizione.

Con quale format si ripartirà?

A proposito di novità quella maggiore riguarda il format con cui si completerà il campionato di Eccellenza. La classifica attuale verrebbe cancellata e azzerata, senza tenere conto dei risultati fin qui ottenuti. Le sette squadre partecipanti si sfideranno in match di andata e ritorno, al momento non sforando la data del 30 giugno, e la prima classificata otterrà l’accesso alla Serie D. Confermato, poi, il blocco delle retrocessioni.

Adesso la palla passa al Consiglio Federale

Domani, entro le 15:00, le società che hanno espresso un giudizio con riserva (Alba Adriatica si con riserva; Nereto, Nerostellati, Sambuceto, Spoltore e Villa 2015 no con riserva) dovranno comunicare ufficialmente la propria decisione al Comitato Regionale abruzzese. Quest’ultimo, ricevute le comunicazioni dai club, notificherà alla Lega Nazionale Dilettanti i club pronti alla ripartenza. Infine, mercoledì 10 marzo si svolgerà il Consiglio della LND, nel quale verrà stabilità una linea guida (format, protocollo, tamponi) da seguire per il ritorno in campo, che in competizioni ufficiali comunque non è previsto prima di metà aprile.

[Foto di copertina di Wesley Tingey da Unsplash]

Andrea Spaziani

Rubriche