Pur con una gara in meno, il weekend di Eccellenza regala 27 reti ed infinite emozioni. Sveliamo la top 11 scelta dalla redazione di Abruzzo Calcio Dilettanti.

Tra i pali, spicca la prova di Maichol Di Girolamo, che mura a più riprese le offensive del Casalbordino. Il portiere fa la differenza soprattutto nella prima parte di gara ed è tra i protagonisti del sesto risultato utile consecutivo dei Nerostellati.

Altro nome della squadra peligna è, senza dubbio, Ennio Di Ciccio, che segna un gol che potrebbe risultare pesantissimo nell’economia del campionato. Oltre alla rete, anche una prova fatta di fisicità ed attenzione, soprattutto contro una squadra con così tanta potenzialità in fase offensiva.

Il Villa contiene le sfuriate del Capistrello e si prende un punto pesantissimo. Merito della compattezza del reparto arretrato, con un Luca De Marinis sicuramente in forma. Decisivo in un paio di giocate e sempre attento a non farsi scappare gli attaccanti granata.

L’Avezzano vince e trova una delle migliori prestazioni stagionali dell’ex Teramo Stefano Scipioni. In difesa concede ben poco, chiudendo gli spazi e costringendo il Penne a spostarsi sulla fascia opposta e a cercare di sfondare con calci piazzati. In fase offensiva è letale, lo dimostra la discesa che innesca l’1-0 di Giusti.

Vince e convince la Virtus Cupello, che espugna il campo della Torrese nel segno di Pendenza e di un interessantissimo Samuele Maccioni. Proprio il classe 1998 finisce nella formazione ideale di giornata con la sua prima rete stagionale ed una prova convincente, sia dal punto di vista fisico che mentale. Bravo sia in spinta che in copertura, concedendo pochi spazi agli avversari.

Prima volta nella top 11 per Francesco Gagliano, che dà un contributo rilevante alla domenica di un Casalbordino vivo ma sfortunato contro i Nerostellati. Fisicità e qualità garantite, con un tocco palla non da tutti ed una abilità sfera al piede che lascia sensazioni positive nel centrocampo casalese.

Solito ed immancabile show di Cristiano Verna, che ne rifila 3 alla Bacigalupo Vasto Marina con eleganza e freddezza. Segna e tiene alto il baricentro della squadra, sfruttando anche il minimo spazio come ben pochi nella categoria. Sicuramente è l’uomo del momento, con il Sambuceto che sogna grazie a lui.

L’Aquila vince e convince anche grazie all’apporto di Mattia Di Norcia. Il classe 1999 fa quel che vuole sulla fascia puntando sulla sua velocità e sull’agilità. Imprendibile a più riprese, decisivo nel raddoppio di Micciché anche considerando l’ostica difesa da superare. Freschezza e lucidità per i rossoblù.

L’Acqua&Sapone dilaga e piega il Chieti grazie ad un tandem che continua a dare soddisfazioni. Domenica perfetta per Mario Petito, che fa le prove generali del gol prima di trovarne due. Da apprezzare, in particolare, il secondo. Corre, lotta e gioca per la squadra e quando ha la palla lì davanti sa bene come colpire. Una certezza.

Stefano Miccichè fa rima con gol. L’attaccante è un leone che colpisce a ripetizione e lo fa in modo letale. Rabbia, corsa, fisicità: L’Aquila ha piazzato, senza dubbio, un colpo da 90 e, di questo passo, la strada verso il titolo di capocannoniere sarà tutta in discesa.

Un Pontevomano che finalmente raccoglie quanto di buono seminato. I teramani stendono l’Acqua&Sapone a chiusura di un ciclo di crescita evidente e costante. Al centro dell’attenzione c’è Damiano Di Eleuterio, che è l’uomo in più in un momento delicato dal punto di vista dei risultati. Segna due volte, prima con eleganza e concretezza e poi con una deviazione aerea da vero rapace d’area. Altro nome da tenere sott’occhio da qui in poi.

LA TOP 11 DELLA SESTA GIORNATA DI ECCELLENZA


Nicolas Maranca

Rubriche