Il Casalbordino cade a Sambuceto, ma ha una grande certezza. Tano è una saracinesca che si abbassa e non si apre se non in occasione della convulsa azione del vantaggio viola. Parate a ripetizione e massima attenzione, dimostrandosi lucido sia sui tiri ravvicinati che su quelli dalla distanza. Il senso della posizione non gli manca, l’estremo giallorosso si toglierà sicuramente grandi soddisfazioni.

Assist per l’1-0 di Ciarfella, una spinta continua sulla destra. Casati ispira fiducia nella sorprendente Renato Curi Angolana, con un ritmo partita convincente e sempre in crescita. L’esterno difensivo è una delle note più liete di questo avvio di campionato.

Il solito Felice. Grande lavoro in fase arretrata e poi quell’indiscutibile abilità nell’essere al posto giusto al momento giusto sui piazzati a favore. Il difensore classe 1991 apre i giochi contro l’Acqua&Sapone in una partita da protagonista.

Il Nereto sbanca Penne con la sicurezza di un reparto arretrato che sa contenere le sfuriate vestine. Da menzionare la prova di Rinaldi, ormai una sicurezza per la caparbietà mostrata in ogni azione e per la sicurezza che riesce ad infondere all’intera retroguardia. Le prestazioni della squadra rispecchiano il carattere del numero 6.

Verna è una sicurezza per il Sambuceto di Contini. L’ex Lanciano, classe ’94, centra un palo che trema ancora dopo un tiro di rara potenza e bellezza. Sempre lui innesca gli attaccanti teatini avviando alcune delle più pericolose occasioni della gara. Ormai un punto di riferimento per i viola.

Mancava solo il gol a Fabrizio Selvallegra per testimoniare la crescita del ventiduenne in questo avvio di stagione. Il suo tap in è decisivo per abbattere il mai domo Pontevomano, è lui il timoniere di un centrocampo che inizia a carburare nonostante la bassa età media. Manca l’esperienza ma non la qualità al reparto centrale del Lanciano.

Un gol da cineteca, una perla che vale 3 punti in un teatro blasonato come il “Dei Marsi”. Davide Di Nicola è il protagonista della domenica con la punizione che abbatte l’Avezzano e fa volare l’Alba Adriatica. Bravo, il centrocampista, a limitare anche le offensive marsicane e ad impostare il gioco per i teramani smistando palloni a ripetizione.

In certi palcoscenici, Marcos Bolzan si esalta e spaventa ancora per la forza fisica e l’esplosività mostrate. Il centrocampista porta avanti il Pontevomano a Lanciano prima della rimonta frentana con un missile che entrerà sicuramente tra i top gol della stagione. Crea altre due chance e fa tremare il “Biondi”, è la marcia in più di una squadra cui, per ora, manca il risultato.

Destro e sinistro, segna come vuole e fa impazzire i tifosi del Chieti. Guido Galli schianta la Bacigalupo Vasto Marina con due perle di rara bellezza e sfiora il tris in alcune circostanze. Seconda doppietta consecutiva per il neroverde, un attaccante che si candida nella corsa alla vetta della classifica marcatori in questa Eccellenza.

Il gol chiama, Miccichè risponde presente. L’attaccante marsicano è spietato sotto porta e ne fa 2 contro lo Spoltore. L’intesa con Maisto e Di Paolo è perfetta, l’attacco de L’Aquila suona una sinfonia apprezzabile anche in categorie superiori. Con un perno offensivo così, si parte sempre in vantaggio.

La prima storica rete per la prima storica vittoria in Eccellenza del Villa 2015. Bernabeo fa volare la neopromossa e fredda la quotatissima Torrese mandandola in crisi. L’attaccante classe 2000 si prende la scena nel weekend di campionato. Menzione doverosa per Spadafora, dei Nerostellati, che firma la doppietta che rimonta l’Angolana ma macchia la sua domenica con una ingenua espulsione.

In panchina il protagonista è Guglielmo Bonati. 5 partite giocate e 0 sconfitte tra campionato e Coppa Italia, non sono numeri di poco conto. Il Delfino Flacco Porto viaggia a tutta velocità, l’allenatore indovina le scelte e dà alla squadra una decisa spinta. Se l’obiettivo è la salvezza, con queste premesse, verrà raggiunto molto prima di quel che si possa pensare.

ECCELLENZA, 3^ GIORNATA: LA TOP 11 DI ABRUZZO CALCIO DILETTANTI 

 

Nicolas Maranca