Ieri pomeriggio si è riunito il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Abruzzo che ha determinato i prossimi organici dei campionati di Eccellenza e Promozione.

Eccellenza

Al massimo campionato regionale si sono iscritte ufficialmente 19 squadre: Alba Adriatica, Avezzano, Bacigalupo Vasto Marina, Capistrello, Casalbordino, Chieti, Il Delfino Flacco Porto, L’Aquila, Lanciano, Nereto, Nerostellati, Penne, Pontevomano, Renato Curi Angolana, Sambuceto, Spoltore, Torrese, Virtus Cupello, 2000 Calcio Acqua&Sapone. Manca solo l’Angizia Luco che, come già accennato (leggi qui), non ci sarà ai nastri di partenza.

Stando così le cose, si procederebbe al ripescaggio di una delle squadre di Promozione che ha presentato la domanda di ammissione in Eccellenza. La graduatoria, stilata dal Direttivo, dà una posizione di vantaggio al Villa 2015 (27,55 punti), seguita da Montorio ’88 (24,25), Paterno (19,00) e Nuova Santegidiese (15,20).

Si creerebbe così un’Eccellenza a 20 squadre, composta da 2 gironi da 10 squadre ciascuno. Le prime 5 classificate di ogni girone vengono raggruppate in un girone unico con gare A/R per determinare l’assegnazione del primo e del secondo posto; le seconde 5 classificate di ogni girone vengono raggruppate in un girone unico con gare A/R per determinare le 2 retrocessioni dirette alla categoria inferiore (meccanismo playout a fine campionato).

Si aprirebbe, invece, un nuovo scenario qualora venisse accolto il ricorso dell’Avezzano per il “ritorno” in Serie D. A quel punto, l’organico di Eccellenza sarebbe composto da 18 squadre, senza la presenza del Villa 2015 che non verrebbe ripescato. Il format, in questo caso, sarebbe quello classico con 18 squadre, in un unico raggruppamento.