Nessuno 0-0, tanti gol e diverse sorprese nel mercoledì di Coppa Italia della massima categoria regionale. Colpo della Virtus Cupello, che sbanca Scerni 2-1 e ribalta lo 0-1 dell’andata mandando fuori il Casalbordino. Berardi ed un autogol di Frangione rendono vano il centro giallorosso a metà ripresa di Della Penna.

Non sbaglia il Chieti di Lucarelli, che sfrutta il fattore campo e strappa il pass per il secondo turno con un secco 2-0 al Villa 2015. Discorso chiuso già al 40’: prima Diop apre la contesa, poi Fiore fa il bis ed atterra la neopromossa.

Il Lanciano torna al successo, ma non basta. Primo acuto stagionale per i ragazzi di Oddi, ancora in pieno mercato, con un buon 2-1 sulla Bacigalupo Vasto Marina. L’1-0 dell’andata, però, vale oro per i vastesi, che superano la prima fase. Al “Biondi” la sfida la sblocca capitan Marfisi per i rossoneri con un perfetto penalty. Il Lanciano resta in 10 per il rosso a Cappelli e gli ospiti ne approfittano con l’1-1 di Salerno. Di La Barba, nella ripresa, il gol che decide la partita ma non la doppia sfida.

Il Nereto conferma la vittoria dell’andata ed elimina il Pontevomano. In casa dei rossoblù, che partivano dal 2-0 esterno, finisce 1-0. Nonostante una formazione mutata per molti effettivi rispetto all’ultima di campionato, il team di Vagnoni vince grazie al guizzo di Succi ed ora attende la battistrada L’Aquila.

I rossoblù del Capoluogo, infatti, iniziano a far paura con la prima goleada di stagione. 7-0 in casa dei Nerostellati dopo il 3-0 a tavolino dell’andata. Apre subito Bisegna, seguito dalla doppietta di Di Paolo. Nella ripresa, L’Aquila dilaga: segnano Di Norcia, Maisto, Fonti e Rosano, il cammino della neopromossa si fa sempre più interessante.

Gara di andata tra Renato Curi Angolana ed Acqua&Sapone. Regna l’equilibrio per 90’, con le due squadre che non si sono risparmiate anche puntando sui molti giovani a disposizione. Il gol che decide la gara arriva nell’extra-time, con la firma dell’angolano Samuel Di Renzo, uno dei rinforzi dell’estate.

Un Penne infoltito di giovani (18 under in distinta) saluta la competizione a discapito del Sambuceto. Dopo il 2-0 dell’andata, i viola fanno il bis 2-1. Apre subito il nuovo arrivato Antichi, ma i vestini centrano il pari col rigore di Barlaam. Nel finale, la decide il solito Cristiano Verna, che porta i suoi al successo ed al secondo turno.

Torrese ed Alba Adriatica danno spettacolo, poi sono i giallorossi a spuntarla 3-2. Apre subito Festa per i teramani di casa, poi Gagliardi fa 1-1. Entro il 45’, la squadra di Cristofari cala il tris con Puglia e Di Federico, rendendo inutile il centro di Cicconi arrivato solo al 90’. Fuschi e compagni affronteranno, ora l’Avezzano nel secondo turno.

I biancoverdi fanno turnover contro il Capistrello dopo il 4-1 dell’andata e sfiorano più volte il gol, ma a vincere sono i rovetani al ritorno con un 2-0 che non basta ma che lascia buone impressioni. Sblocca la punizione di Fantauzzi, raddoppia il penalty del solito infallibile Franchi.

Chiude la giornata uno spettacolare Il Delfino Flacco PortoSpoltore. Ospiti che vanno avanti di due reti con DI Giacinto e Diallo, ma nel finale i portuali segnano 3 gol in 6 minuti con la doppietta di Molenda e il guizzo di Sardella. Storica qualificazione per la squadra di Bonati, capace di rendere unico ed indimenticabile quello che sembrava un mercoledì da dimenticare.

Nicolas Maranca