Si chiude dopo 3 mesi la vicenda tra Codacons e Cosimo Sibilia. Archiviato, infatti, l’esposto nei confronti della massima autorità della LND per «assenza di fondamenti giuridici» in merito al doppio incarico dello stesso ex dirigente dell’Avellino.

Per il Codacons, che aveva esaminato gli incarichi di Sibilia, c’era incompatibilità tra il ruolo di deputato della Repubblica e quello di Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e di Vice Presidente Vicario della FIGC. Nei giorni scorsi, l’Autorità Nazionale Anti Corruzione ha archiviato la pratica e chiuso così il caso.

Le reazioni di Sibilia

«L’esposto, ispirato da chi, con tutta evidenza, aveva il chiaro intento di avvelenare il clima elettorale e di screditare il movimento dei Dilettanti oltre che la mia persona, non aveva alcun fondamento anche in punto di diritto. Sono stato sempre sereno e mi conforta molto la Decisione dell’ANAC, perché si è avuta l’ulteriore conferma della linearità e la correttezza personale e della Lega Dilettanti: una caratteristica questa che evidentemente procura fastidio in certi ambienti e a certi personaggi abituati a ben altre gestioni».

Nicolas Maranca

Rubriche