Non male l’inizio di stagione, prima dello stop, per il Castagneto. La società teramana è al primo posto nel girone D di Prima Categoria. 7 punti, frutto di due vittorie ed un pareggio per i ragazzi di mister Monaldi. Ai microfoni di Abruzzo Calcio Dilettanti, il DS Angelo Graziani analizza la stagione 2020/2021.

Il Castagneto, dopo la promozione dalla Seconda Categoria del 2017/2018, è una delle realtà che più impressionano per continuità e progettualità nel girone D. Nel 2018/2019, una brillante salvezza senza playout a quota 38 punti. Netta crescita lo scorso anno, con i teramani che hanno sfiorato il salto in Promozione insidiando l’Alba Montaurei fino alla pausa forzata. 47 punti in 21 match giocati ed appena 2 ko, segno di un gran lavoro sia in campo che fuori.

«Abbiamo fatto un ottimo inizio di campionato», ha confermato il Direttore Sportivo, «Anche se contro l’Atri potevamo e dovevamo fare molto di più. Contro il Sant’Omero invece ho visto una squadra volenterosa e vogliosa di vincere e di raggiungere il primato, anche perché sapevamo che le altre, tranne il Torricella, non avrebbero giocato. Speriamo di continuare così anche in futuro».

Lo stop alle attività

«Spero che questo momento passi in fretta. Sono d’accordo per la sospensione dei campionati e degli allenamenti, perché ci sono troppe persone che rischiano di contrarre il virus e di contagiare i propri parenti, specie i più anziani. Per non parlare poi della questione lavorativa: in un momento così delicato non possiamo permetterci di assentarci causa Covid».

Gli aiuti alle società

«Non mi esprimo su questa possibilità dei sostegni economici, ma sono convinto che arriveranno. La Lega si renderà conto delle spese future a carico delle società, per non parlare di quelle già affrontate».

Rubriche