Una squadra composta da giovani in rampa di lancio, calciatori più esperti che conoscono la categoria e un allenatore con tanta voglia di ben figurare. È questa, in estrema sintesi, la filosofia del Casalbordino edizione 2020/21, alla prima apparizione nel campionato di Eccellenza dopo aver dominato quello di Promozione nella passata stagione.

I giallorossi hanno dato il via alla nuova stagione da due settimane, iniziando la preparazione atletica al “Di Vittorio” di Scerni, impianto scelto dal club casalese per la disputa delle gare casalinghe della prossima stagione.

Il “Di Vittorio” è stato anche il teatro del primo test match degli uomini di mister Giuseppe Soria, impegnati lo scorso 29 agosto contro lo Scafapassocordone. L’incontro è terminato sul 3-2 per i locali che, nonostante un primo tempo non brillantissimo e chiuso in svantaggio (0-1), sono usciti fuori nella ripresa ribaltando l’incontro e mettendo in mostra tutto l’arsenale offensivo, anche se due gol su tre sono arrivati dai difensori Rossetti e Pifano (terzo gol ad opera del baby gioiellino Ciancaglini). Indicazioni più che positive per mister Soria, apparso abbastanza soddisfatto dei suoi: «Ho visto buone cose e tante altre che non avevamo neanche provato. È stata l’occasione per vedere all’opera qualche nuovo ragazzo. Siamo pronti per questa nuova avventura in Eccellenza. Io sono molto fiducioso e ho tanta voglia di lavorare e conoscere bene i miei calciatori». Il tecnico si è detto già carico in vista dell’imminente avvio di stagione: «Vogliamo dare fastidio a qualcuno. Sicuramente ci sono squadre che hanno allestito squadre con giocatori di altra categoria, ma io i miei me li tengo stretto, sapendo quello che possono dare. Sarà il campo a parlare».

«Il risultato ci premia ed è lo specchio di quanto visto in campo. Ovviamente stiamo parlando di un match tra due squadre imballate. Sono molto contento sia dei nuovi che dei vecchi. Tante certezze e qualche dubbio che sono convinto verrà fugato nelle prossime uscite». Questo il commento post-match del patron giallorosso Alessandro Santoro (in foto), intervenuto anche sulle ambizioni della sua squadra nel prossimo campionato di Eccellenza: «C’è tanta curiosità e ansia allo stesso tempo perché non conosciamo le nostre avversarie, o meglio, le conosciamo solo in parte. Affronteremo il campionato con molta umiltà sapendo che tutte le squadre sono alla nostra portata, ma solo i risultati ci potranno dare ragione. L’unica ricetta per neutralizzare qualsiasi dubbio è quella di fare punti sul campo».

Sul fronte mercato, invece, il direttore sportivo Nicola Travaglini non ha chiuso le porte a possibili nuovi innesti: «Siamo sempre vigili. Se dovesse capitare un giocatore che fa al caso nostro, sicuramente lo prenderemo. Per quanto riguarda gli under siamo a posto così. Discorso diverso per gli over: lì necessitiamo ancora di uno/due elementi».

Rubriche