Tempi di attesa, ma giorni cruciali per i collaboratori sportivi che attendono novità sui bonus non elargiti da gennaio alla data odierna e sui prossimi ristori. Tante le richieste di sollecito, con un Governo ancora privo di un rappresentante del mondo sportivo. Interviene anche l’Associazione Italiana Calciatori (AIC), con una lettera indirizzata al Premier Mario Draghi dal Presidente Umberto Calcagno.

Le parole di Calcagno

«Il “Bonus Sportivi”, insieme ai provvedimenti di sostegno di carattere più generale per tutto il nostro comparto ha avuto un’importanza fondamentale per garantire il sostentamento di atleti e atlete che, loro malgrado, sono impossibilitati a svolgere le prestazioni lavorative sportive in competizioni sospese a causa della recrudescenza della pandemia».

Da dicembre, i collaboratori sono senza ulteriori ristori accreditati, molti non hanno avuto neppure quelli dei mesi precedenti. Una situazione che potrebbe sbloccarsi già nelle prossime ore, ma che al momento non ha sviluppi.

Nicolas Maranca

Rubriche