A volte ritornano. Parte la terza avventura di Antonio Torti sulla panchina dell’Avezzano. Dopo l’addio di Rullo, il club biancoverde ha virato sull’esperto tecnico marsicano, che già una volta aveva centrato il salto in D alla corte di Paris. Si è tenuta la conferenza di presentazione del nuovo allenatore, con la società pronta a ripartire con le sue attività appena ne sarà data la possibilità.

Le parole di Torti

«Ringrazio il presidente Paris, non mi aspettavo la chiamata di Gigi, mi ha fatto un bel regalo di compleanno. Non vedo l’ora di riniziare, per me essere alla guida della squadra della mia città è motivo di orgoglio. In questa piazza ho passato momenti bellissimi e sono sicuro che ce ne saranno ancora. Ho già visto varie volte la squadra giocare in campo, ho parlato con alcuni dei ragazzi che sono qui, dobbiamo dare il massimo tutti insieme. Abbiamo bisogno di giocatori che nel campo rispettino la maglia e sudino per portare a casa l’obiettivo a cui aspira il club. Tutti dobbiamo remare nella stessa direzione, dalla squadra allo staff tecnico. Chi non se la sente e non condivide le scelte del club è libero di andare, ci mancherebbe. Le mie squadre solitamente sono molto organizzate sia nella fase di possesso che non possesso. Voglio una squadra che comandi il gioco, propositiva, impeccabile nella gestione della palla. La rosa attuale non verrà assolutamente stravolta, i giocatori sono di livello; sicuramente prenderemo qualche under locale, al fine di avere una panchina più lunga».

Nicolas Maranca

Rubriche