Gianni Paris, presidente Avezzano (foto Facebook Avezzano)

Continua a far discutere la proposta del Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti di cristallizzare le classifiche, promuovendo la prima di ogni girone e retrocedendo le ultime quattro. Questo scenario, che dovrà essere approvato dal Consiglio Federale, al momento condannerebbe Chieti e Avezzano in Eccellenza.

Gianni Paris, presidente dell’Avezzano, ha ribadito sui canali social del club la sua contrarietà alla proposta LND, invitando il presidente della FIGC Gabriele Gravina a fare un passo indietro.

 

Le parole del presidente dell’Avezzano

«Inizialmente ero tranquillo, pensavo che la decisione della LND fosse indirizzata solamente verso la promozione delle prime in classifica, congelando invece le retrocessioni. Quando ho appreso, con stupore, la proposta della LND stentavo a crederci, un danno sul danno a tante società che con sacrificio economico portano avanti il calcio dilettantistico. Ritengo che tale proposta sia un’ingiustizia, una vera e propria violazione di un interesse legittimo: mancavano ancora 8 giornate al termine del campionato, tutto poteva cambiare. Il 3 giugno sarà il Consiglio Federale a dare una svolta, spero positiva, a tale questione. Sono convinto nella bontà e nella trasparenza del presidente Gravina: confido nel suo grande buon senso, sarebbe una scelta davvero coraggiosa quella di non ratificare la proposta e il presidente Gravina sarebbe ricordato nella storia per aver salvato il calcio dilettantistico. Al contrario, se decidesse per la ratifica, sarebbe una sconfitta collettiva del calcio in generale. Attendiamo la decisione ufficiale».