CALCIO ATRI: IL PRESIDENTE ITALIANI CHIAMA A RACCOLTA I CLUB


L'allenatore del Calcio Atri Umberto Italiani

Sulla falsariga di altrettante iniziative di solidarietà promosse da ogni parte d’Italia, spicca la proposta del presidente dell'ASD Calcio Atri (Prima categoria girone D) Alessandro Italiani, che sulla pagina Facebook del club ha lanciato il seguente appello:

#UNCALCIOALVIRUS

Questa è l’iniziativa di solidarietà che tutti i tesserati della ASD Calcio Atri per nome del suo Presidente Alessandro Italiani vogliono lanciare sul territorio.

È un’iniziativa che vogliamo estendere a tutto il calcio abruzzese, ai calciatori , ai tecnici, ai dirigenti ed a tutto il mondo dilettantistico.

Il mese di marzo è un mese di stop alle attività e quindi ci sembra giusto concentrarci su quello che un’ associazione dilettantistica può fare per il proprio territorio.
In questo mese , in un momento di grave necessità , la ASD Calcio Atri insieme ai suoi sponsor ed ai propri tesserati propone di devolvere una parte dei rimborsi destinati ai calciatori ed ai tecnici e parte delle spese non sostenute dalla società AGLI OSPEDALI.
Tutti insieme possiamo fare qualcosa di vero , tangibile ed utile per la nostra comunità.
#uncalcioalvirus


#RESTIAMOACASA E CI RACCONTIAMO: L’INIZIATIVA DEL MORRO D’ORO

Interessante iniziativa del Morro d’Oro Calcio, squadra militante nel campionato di Promozione Girone A: in attesa di scendere nuovamente in campo, propone ai suoi tifosi di raccontare, attraverso dei video, i loro ricordi e le loro emozioni legati ai colori biancorossi.

Di seguito il post direttamente dalla pagina ufficiale della squadra.

#RESTIAMOACASA....E CI RACCONTIAMO♥️?

Il campionato è stato giustamente bloccato.. allora noi del MORRO D'ORO CALCIO vi proponiamo un modo diverso di tifare i bianco rossi... che ne dite se.....
Ognuno di voi realizzerà un video RIGOROSAMENTE DA CASA... RIGOROSAMENTE CON UN INDUMENTO BIANCO ROSSO
dove racconterete l'episodio , il momento, la vittoria, o anche la sconfitta, la più grande delusione,
che la nostra squadra del cuore ci ha regalato. Un video di max 3-4 minuti dove racconterete le vostre emozioni le vostre sensazioni cosi da farci rivivere alcuni momenti della nostra
GLORIOSA STORIA..
Vi aspettiamo numerosi..
P. S.
Il video che riceverà più like vincerà un gradito premio

NON SIATE TIMIDI FILMATEVI E RACCONTATE

Invia il tuo video tramite Whatsapp al 329-8199030


CALCIO & COVID-19: GUIDO DI FABIO, ALLENATORE del CASTELNUOVO

E’ Guido Di Fabio (nella foto), tecnico del Castelnuovo, capolista solitaria dell’Eccellenza, ad inaugurare una serie di pareri “illustri” da parte degli addetti ai lavori operanti nelle varie categorie dilettantistiche della regione. L’argomento in discussione, manco a dirlo, è il tristemente famoso Covid-19, meglio noto come Coronavirus, la cui diffusione a macchia d’olio lungo l’intera penisola ha, di fatto, paralizzato le principali attività del Paese.

Ivi comprese quelle calcistiche: dalla serie A alla Terza categoria. Imponendo a tutti una serie di considerazioni. Ecco, quindi, quelle di chi, e sono davvero tanto, si è ritrovato, di punto in bianco, ed “obtorto collo”, a dover restare fermo, come minimo, fino al 3 aprile prossimo, con tutte le conseguenze del caso…

Che dire, se non che si tratta di un’anomalia assoluta, mai capitatami in tanti anni di attività agonistica, da calciatore prima, e da allenatore oggi. E’ un evento tanto improvviso quanto sconvolgente. Che pensavamo non ci riguardasse ed invece ci vede tra i Paesi al mondo in assoluto più colpiti dal virus. Inutile cercare di spiegarne le cause o individuare le responsabilità. Non spetta di certo a noi, che svolgiamo tutt’altro ruolo. Meglio adeguarsi scrupolosamente alle direttive impartite e sperare che il tutto si risolva nel più breve tempo possibile.

Le mie giornate? Niente di speciale: le passo ovviamente a casa ed in famiglia, cercando per quanto possibile di distrarmi, guardando un po’ di tv, anche se poi la mente va sempre lì, nella speranza di novità positive.
Inizialmente, quando la sospensione riguardava solo l’attività domenicale, io ed il mio staff avevamo programmato di far lavorare la squadra quattro giorni a settimana, per poi lasciarla libera nei restanti tre. Tutto annullato dai successivi e più restrittivi provvedimenti emanati dal Governo. Provvedimenti ai quali, con grande senso di responsabilità, ci siamo immediatamente attenuti, regolandoci di conseguenza
”.
Come? “Fissando con i ragazzi un programma di lavoro personale, finalizzato a non far perdere loro la giusta tonicità, in vista di un’eventuale ed auspicabile ripresa delle attività. Altro, del resto, non è possibile fare.

Con i miei giocatori”, conclude mister Di Fabio, “mi sento spesso tramite i social ed il cellulare, per incoraggiarli e, soprattutto con i più giovani, sollecitarli a rispettare appieno le disposizioni attuali. Capisco che per ragazzi poco più che ventenni ed abituati a vivere all’aria aperta sia dura restare confinati tra le mura domestiche per così tanto tempo, ma almeno fino a quando non si sarà trovata una soluzione radicale del problema, l’unica cosa da fare è quella di seguire rigidamente il protocollo in vigore”.

Stefano De Cristofaro


Immedya Test

IL CALCIO DILETTANTISTICO AI TEMPI DEL COVID-19

Famiglia, amici a quattro zampe e solidarietà. Sono queste le parole chiave per descrivere lo strano momento vissuto dai calciatori dilettantistici che si trovano ad affrontare l’emergenza Coronavirus che ha imposto lo stop a partite e allenamenti fino al 3 aprile.

Tra coloro che sono rimasti a casa, c’è chi ha deciso di trascorrere il tanto tempo libero a disposizione in compagnia dei propri affetti, chi di impiegarlo con i propri animali domestici e chi, invece, ha deciso di “scendere in campo” per sensibilizzare sul Covid-19 e sulle regole da rispettare per il bene di tutti: tra questi ultimi, che hanno cioè aderito alla campagna “Io resto a casa”, attraverso i propri profili social, figurano il capocannoniere del Girone A di Prima Categoria Luca Del Conte, tesserato con il Popoli,  e l’attaccante della Virtus Cupello (Eccellenza) Alessandro Pendenza.

Oppure c’è chi, come Niccolò Valenti, Simone De Santis e Federico Moretti, atleti del Matelica Calcio, ha deciso di aderire all’omonima iniziativa della LND (Lega Nazionale Dilettanti) ed attraverso videomessaggi sui social, invita tutti a restare a casa per il bene comune.

C’è poi chi, invece, al pallone non sa proprio rinunciare ed alla mancanza del campo d’erba sopperisce con il “campo virtuale” della playstation. Oppure preferisce rilassarsi con una serie tv o un film sulle piattaforme streaming.

Queste sono ormai le giornate dei nostri atleti ai tempi del Coronavirus.

L’augurio è che l’emergenza possa rientrare presto. Nel frattempo ognuno di noi faccia la sua parte: seguiamo l’esempio dei nostri atleti e #iorestoacasa.
Andrea Spaziani


DILETTANTI: IL GOVERNO IMPONE LO STOP ANCHE AGLI ALLENAMENTI

Il calcio si ferma. E stavolta a tutti i livelli.
Inizialmente, appreso il provvedimento di stop fino al 3 aprile di ogni attività agonistiche, alcune società avevano già deciso di autoregolamentarsi in merito agli allenamenti, sospendendo a tempo indeterminato le rispettive attività. Di prima squadra e giovanili.
Disposizioni autonome superate, nel frattempo, dagli eventi e, più precisamente, dal DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) di ieri, 9 marzo 2020, che restringendo ulteriormente il campo, ha di fatto ufficializzato la totale sospensione di ogni attività sportiva, ivi compresa quella relativa agli allenamenti.
Ovviamente spetterà ora ai singoli club adeguarsi alla situazione, studiando per i loro tesserati specifici programmi di lavoro personalizzato, in attesa di eventuali sviluppi e nella speranza che dal 3 aprile si possa tornare alla normalità.
Per meglio chiarire l’argomento, ecco la parte del testo del DPCM datato 9 marzo 202, ovvero la lettera d dell’ART. 1, che va a sostituire quella emanata in precedenza:

"Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Gli impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali; resta consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all'aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le societa' sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano; lo sport e le attivita' motorie svolti all'aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro”.


DILETTANTI: ALTRI TRE CLUB OPTANO PER IL FERMO TOTALE

Alla luce del recente provvedimento di fermo (sino al 3 aprile prossimo) adottato dalla LND, e sulla falsariga di quanto ufficializzato, nel primo pomeriggio di oggi, sono diversi i club dilettantistici abruzzesi che, con altrettanti comunicati, fanno sapere di aver deciso, in via del tutto autonoma, di sospendere le rispettive attività quotidiane, sia a livello di prima squadra, che per quanto concerne il settore giovanile. Qui di seguito, riportiamo i comunicati di altri tre club, ma è facile prevedere che il numero di iniziative analoghe sia destinato a crescere rapidamente…

Vista e considerata la sospensione delle attività LND fino al 3 aprile 2020, l'Asd IL DELFINO FLACCO PORTO comunica di aver sospeso le proprie attività fino al 15 marzo, in attesa di ulteriori provvedimenti.

Siamo difronte ad un problema serio, c'è chi vuole sminuire e chi ingigantire, noi ci sentiamo di dire semplicemente di essere PIÙ RESPONSABILI, per voi e soprattutto per i vostri cari più anziani, RESTATE A CASA IL PIÙ POSSIBILE.

*  Ufficio stampa Il Delfino Flacco Porto

 

In seguito all’ultimo comunicato emesso dalla LND sui rinvii dei campionati, la Virtus Cupello, dispone l’immediata sospensione di tutte le attività di allenamento della PRIMA SQUDRA e del SETTORE GIOVANILE, fino a data da destinarsi.
Provvederemo tramite il nostro staff tecnico con dei programmi di allenamento individuali.
Stiamo attraversando un momento delicato, cerchiamo di restare a casa.
Grazie per la collaborazione
.
*  ASD Virtus Cupello

 

L’ASD Fontanelle comunica che, a seguito del provvedimento emanato in data odierna dalla LND, al fine di tutelare la salute dei propri tesserati, non potendo garantire le misure di sicurezza richieste all'interno della struttura di allenamento, ha deciso di interrompere gli allenamenti settimanali fino a data da stabilirsi. Una decisione dolorosa e triste, ma dettata da senso di responsabilità e dovere civico di salvaguardare la salute di calciatori, tecnici e dirigenti.

*  ASD Fontanelle


DILETTANTI FERMI FINO AL 3 APRILE PROSSIMO

Con un apposito comunicato, la LND ufficializza la sospensione totale di ogni attività fino al 3 aprile prossimo. Di seguito il testo integrale

 

 

 

 

 

 

 

Si comunica che il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, riunitosi in data
odierna:
- preso atto della situazione verificatasi a seguito dell’emergenza sanitaria in conseguenza
del diffondersi del “Coronavirus” denominato COVID -19;
- tenuto conto di quanto previsto dal D.P.C.M. 8.3.2020 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale,
edizione straordinaria, n. 59 dello stesso 8.3.2020;
- rilevato che, oltre alle indicazioni contenute nel citato provvedimento, appare opportuno
tener conto delle raccomandazioni fornite dall’Istituto Superiore di Sanità circa la necessità
di adottare comportamenti che siano tesi a limitare le occasioni di eventuale contagio,
mantenendo tra l’altro una distanza interpersonale di almeno un metro;
- valutata la necessità di garantire in primo luogo la tutela della salute di tutti coloro che, a
vario titolo, sono interessati all’attività calcistica dilettantistica organizzata dalla L.N.D.;
- tenuto conto, altresì, dei provvedimenti che hanno determinato una limitazione anche della
libera circolazione delle persone in alcune zone del territorio nazionale;
HA DELIBERATO
di sospendere, con effetto immediato e sino a tutto il 3 Aprile 2020, l’attività organizzata
dalla Lega Nazionale Dilettanti sia a livello nazionale che territoriale.
Inoltre, ha autorizzato
sin da ora il Presidente della L.N.D. ad adottare eventuali provvedimenti che si rendessero
necessari all’esito di eventuali ulteriori indicazioni provenienti dalle Autorità sanitarie e,
comunque, contenute in successivi provvedimenti legislativi.

* Comunicato ufficiale n. 273 


ECCELLENZA: IL CAPISTRELLO SI AUTOSOSPENDE

In attesa di ulteriore decisioni dalla LND, il club marsicano rende nota, in un comunicato, la propria volontà di interrompere fino al 15 marzo ogni attività. Sia delle giovanili che della prima squadra

La US CAPISTRELLO, comunica che sono sospese tutte le attività giovanili e prima squadra.
Il complesso sportivo sarà chiuso fino al 15 marzo, salvo nuove indicazioni.
Si deve rimanere in casa il più possibile, uscire solo in caso di stretta necessità e mantenere la distanza di sicurezza.
Oggi l’egoismo ed il menefreghismo potrebbero rivelarsi una potentissima arma di distruzione, dimostriamo tutti di essere persone di coscienza e rispettosi dei nostri genitori e dei nostri nonni, che al momento sono i soggetti più a rischio in un eventuale contagio.
Tuteliamoli e tuteliamoci.
Limitiamo la nostra vita sociale e rispettiamo le regole di buona igiene.

Vi terremo aggiornati.

* Ufficio stampa US Capistrello


ECCELLENZA: SI RIPARTE (FORSE) COL TESTA CODA CASTELNUOVO-PATERNO

Salvo diverse disposizioni da parte degli organi competenti, domenica prossima dovrebbero ripartire, sia pur a porte chiuse, i vari campionati dilettantistici della regione. A cominciare da quello di Eccellenza, il cui calendario prevede la disputa della trentesima giornata.
Che offre alla capolista Castelnuovo un’immediata possibilità di riscatto, dopo il passo falso interno accusato per mano del Penne. I neroverdi, infatti, giocheranno di nuovo in casa, contro il  retrocesso fanalino di coda Paterno. Una ghiotta occasione, si diceva, per compiere un ulteriore passo avanti verso il meritato salto di categoria.
Quanto al Lanciano 1920, che insegue a nove punti di distanza, sarà ospite di un Sambuceto in chiara crisi di risultati, dato che non vince da ben otto turni. Anche i rossoneri, comunque, hanno più di un motivo per centrare l’intera posta in palio: staccando infatti di oltre nove punti la terza classificata, si garantirebbero l’accesso diretto alla fase nazionale dei play-off, bypassando di netto quella regionale.
Non la pensa così, ovviamente, la Torrese (terza in graduatoria), impegnata sull’ostico campo del Capistrello, altra compagine dalle scelte obbligate, avendo un solo risultato (la vittoria) a sua disposizione, per continuare a restare agganciato al cosiddetto treno dei play-off.

Acqua&sapone–Penne, invece, può essere considerata una sorta di sfida diretta tra due delle squadre più in forma del campionato, il che dovrebbe già di per sé essere garanzia di equilibrio e spettacolo allo stesso tempo.

Analogo discorso lo si potrebbe fare, del resto, per Alba Adriatica-RC Angolana, nella quale i punti in palio sono assai preziosi per entrambe le compagini: quella rossoverde, che dopo il ko con la Torrese deve tornare a vincere per difendere al meglio l’attuale quarta piazza, e quella pescarese, reduce da una strepitosa serie di risultati che le ha permesso di tornare in piena corsa per la permanenza nella categoria.

Nello scontro tra Spoltore e Il Delfino Flacco Porto, entrambe reduce da altrettanti ko, i più motivati, almeno sulla carta, dovrebbero essere gli ospiti, decisi a tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica. Dovranno però scontrarsi con l’orgoglio degli azulgrana, per nulla rassegnati a chiudere in maniera anonima la stagione.

Angizia Luco–Nereto vedrà gli ospiti galvanizzati da sei risultati utili consecutivi, al contrario dei padroni di casa, che invece inseguono una vittoria che manca loro da diverse settimane.
Nell’incontro Pontevomano-Nerostellati, l’undici di casa, allenato da Guerino Capitanio (nella foto), viene da tre pareggi consecutivi, ed è ben consapevole di quanto importante sarebbe centrare i tre punti. Utili ad uscire, magari in via definitiva, dalla zona play-out.

L’ultima partita del tabellone è quella che, probabilmente a San Salvo (il cui stadio “V. Tomeo” ospita quest’anno le gare casalinghe dei granata), vedrà la Bacigalupo Vasto Marina ospitare la Virtus Cupello: una sorta di derby vastese decisivo soprattutto per i padroni di casa, ancora a caccia del loro primo successo nel girone di ritorno.

I NUMERI. 653 i gol segnati sino ad oggi: 376 in casa e 277 in trasferta, per un totale di  111 vittorie interne, 77 esterne e 64 pareggi.

LE CURIOSITA’. Lo Spoltore ha sin qui collezionato quattro pareggi, tutti consecutivi. Quanto alla capolista Castelnuovo, è da sola in testa alla classifica dalla 10a giornata. Il suo massimo vantaggio sulla seconda è il +13 fatto registrare in occasione della vittoria di misura (gol-partita di Di Ruocco) contro il Sambuceto. Il turno più ricco di reti è stato il sesto, con 35 gol (media 3,88 a partita), mentre quello più abulico è stato il ventiseiesimo, caratterizzato da appena 12 reti (media 1,33). Diciassette, infine, le partite terminate a reti bianche.

Roberto Altorio


PROMOZIONE GIRONE A: L’AQUILA 1927 SARA’ IMPEGNATA DI NUOVO IN CASA, CONTRO LA SPAURACCHIO PUCETTA

Il trentesimo turno, sulla carta in programma nel prossimo week-end, vedrà una lanciatissima L’Aquila 1927 impegnata tra le mura amiche col Pucetta, a sua volta su di giri, essendo reduce dalla splendida prova offerta, prima della sosta, sul campo del Fontanelle. Pronostici ovviamente favorevoli ai rossoblù, sempre più vicini ormai al salto di categoria, e dunque desiderosi di avvicinarvisi ulteriormente.

Altra formazione che punta senza mezzi termini al risultato pieno è la vice-capolista Mutignano, opposta in casa al quasi salvo Celano targato Dario Celli (nella foto). I teramani, oltretutto, hanno anche un motivo in più per centrare i tre punti: la voglia di cancellare al più presto lo scialbo pari ad occhiali ottenuto, sempre sul loro terreno, contro il Tornimparte 2002.

Il Montorio 88, terza forza del girone, renderà invece visita al Morro d'Oro, sul cui campo punta a conquistare quei punti adatti a consolidare l’attuale piazzamento play-off. Altrettanto affascinante si presenta pure la sfida tra Fontanelle (reduce da un brutto ko casalingo) e Nuova Santegidiese, al momento quarta e per nulla disposta a cedere di un millimetro l’attuale piazzamento.
In Piano della Lente–Mosciano, sono gli ospiti a dover inseguire i tre punti, decisivi per consolidare l’attuale zona play-off, mentre i locali, che godono di un ottimo momento di forma, hanno ormai in pugno la salvezza.
Chi si gioca tanto, nei prossimi 90’, è invece la Rosetana, che dopo ben nove sconfitte di fila, non può di certo permettersi ulteriori passi falsi: men che meno al cospetto del Real 3C Hatria, attualmente quint’ultimo e dunque impelagato sino al collo nella lotta per la salvezza. Che, classifica alla mano, riguarda senz’altro anche Amiternina e Miano, impegnate tra di loro a Scoppito: per i giallorossi padroni di casa è una ghiotta possibilità per incrementare il loro bottino di punti, a scapito di una diretta concorrente, la cui aspirazione più legittima è quella di guadagnare la migliore posizione in ottica play-out.
Il prossimo turno mette inoltre di fronte proprio le ultime due della classe, col già citato fanalino di coda Tornimparte 2002, ospite del Pizzoli: nessuna delle due appare spacciata, per cui i punti in palio domenica saranno determinanti per entrambe. Esattamente come quelli che cercherà di ottenere il New Club Villa Mattoni, che opposto al tranquillo San Gregorio (quasi al sicuro, ormai), ha ottime chances di allungare la sua recente serie utile.

I NUMERI. 784 i gol segnati sinora: 440 in casa e 344 in trasferta, per un totale di 121 vittorie interne, 79 esterne e 52 pareggi.

LE CURIOSITA’. Il Tornimparte 2020 ha totalizzato un 0-0 nell’attuale campionato. Due i turni col maggior numero di reti realizzate: il ventesimo ed il ventiduesimo, caratterizzati entrambi da 38 gol (media 4,22 a partita), mentre quello col minor numero di segnature è stato il ventiquattresimo, con 20 reti (media 2,22). Quattordici, invece, le partite terminate a reti bianche.

Roberto Altorio