Atletico GiulianovaPrimo colpo di mercato per l’Atletico Giulianova. I giallorossi si sono assicurati le prestazioni dell’attaccante 25enne Manuel Bidetta, il quale andrà a rinforzare l’organico a disposizione dell’allenatore Andrea Montini.

Il club ha realizzato anche una breve intervista al neo arrivato che riportiamo di seguito.

Dopo qualche anno di stop, torni finalmente a giocare. Partiamo dalle tue esperienze passate: ci racconti il tuo percorso?

«Ho fatto il settore giovanile a Cologna. Nella categoria Juniores Elite a Cologna arrivammo secondi e l’anno dopo esordì in prima squadra in Promozione a 17 anni. L’anno successivo ebbi una grande stagione e feci 15 gol da fuori quota. Poi ho sofferto una serie di infortuni che mi hanno tenuto lontano dal campo per un po’. Mi sono allenato con diverse squadre ma non ho mai ricominciato. Il prossimo sarebbe il primo campionato dopo diversi anni di inattività».

E nella prossima stagione ricomincerai dalla seconda categoria. Quali sono le tue sensazioni in merito al progetto Atletico?

«Il fatto di giocare in un grande gruppo, soprattutto composto da amici che si conoscono è sicuramente un vantaggio. Anche se a volte può creare difficoltà in una squadra. In generale sono molto fiducioso, mi piace il progetto e credo sia giusto per ricominciare. Con un occhio al futuro, si potrebbe anche risalire di qualche categoria». 

Parliamo del ruolo. Dove e con quale modulo preferisci giocare?

«Mi considero una classica prima punta. Mi piace sia giocare al centro dell’attacco, magari in un 4-2-3-1 oppure in coppia con una seconda punta come in un 4-4-2. Il mio partner d’attacco perfetto sarebbe un attaccante piccolino e bravo tecnicamente , come Alessandro Tiburzi (ride, ndr)».

Quest’anno hai seguito la stagione dell’Atletico Giulianova? Cosa ne pensi?

«Ho seguito la squadra durante l’anno, in particolare il mister Montini l’ho visto bene alla prima esperienza, sempre attento ai dettagli. La squadra l’ho vista sempre ben messa in campo. E non è facile allenare un gruppo di amici».

Approdando all’Atletico, ritrovi qualche ex compagno di squadra, chi ricordi?

«Sì, ci sono tanti ragazzi che conosco bene e con cui ho già giocato a Cologna. Mi vengono in mente Alessandro Tiburzi, Lorenzo Gervasini, Mattia Braca, Marco Serafini e Giacomo D’Ambrosio. Sarà bello rigiocare assieme».

Quali sono gli obiettivi per la prossima stagione, personali e di squadra?

«In primis fare tanti gol. Il mio obiettivo è almeno 20 gol. In termini di squadra, ti direi che sarebbe bello arrivare almeno ai play-off».

Cos’è che ti ha convinto a ricominciare dopo un periodo di stop e perché proprio qui all’Atletico?

«Innanzitutto la voglia del gol. È come adrenalina che ti manca e ne hai bisogno. Mi basta vedere una partita di Serie A in TV e mi torna la carica, di stare in area di rigore a fare a sportellate. Per quanto riguarda l’Atletico mi piace il gruppo e c’è un progetto dietro. Ho avuto anche richieste da altre squadra, ma ho preferito l’Atletico Giulianova».

 

Fonte: Ufficio Stampa Atletico Giulianova